MotoGP 2016, Valentino Rossi: “I piloti più forti resteranno i più forti”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Con il Monza Rally Show si chiude ufficialmente la stagione 2015 di Valentino Rossi, un anno difficile da dimenticare dopo quanto successo, dopo un titolo iridato sfumato con il sapore della beffa, dopo una scia di polemiche che ha portato a galla le tensioni tra i piloti fino a quel momento diplomaticamente sottaciuti.

Valentino si aggiudica il quarto successo al Rally di Monza, pur non riuscendo a ripetersi nel Master Show pomeridiano, vinto di misura da un altro pluricampione del calibro di Tony Cairoli.

Il Dottore va in vacanza con un sorriso, nel tentativo di dimenticare quanto accaduto in pista e fuori, con la speranza di tornare in grandissima forma a febbraio in occasione dei primi test prestagionali a Sepang. “E’ stato un anno positivo, mi sono sempre espresso ad un buon livello, è andata così – ha commentato il pesarese ai microfoni si Sky Sport -. Ora bisogna solo riposarsi e cercare di essere competitivi anche l’anno prossimo con le Michelin e con tutte le modifiche che ci saranno”.

Fare delle previsioni è prematuro così come sapere chi beneficerà maggiormente del cambio di regolamento: “Impossibile dirlo, non lo so… Comunque i piloti forti resteranno forti, però ci sarà una moto come la Suzuki che è migliorata molto, quindi ci sarà anche Aleix Espargaro”.

La vittoria nel Rally ha portato un sorriso a Valentino Rossi dopo il triste epilogo del mondiale a Valencia: “Ci voleva questo successo, è stato importante tornare a guidare e fare il pilota, quello che mi fa stare meglio di tutto. Il gol più importante l’ho fatto io vincendo il Rally, mentre Cairoli è stato imbattibile nel Master Show – ha confessato in un’intervista riportata da ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Questo appuntamento è sempre bello e cresce anno dopo anno: è una bella formula, perché piloti di diversi discipline si confrontano in un rally che non è un vero rally, c’è tanto pubblico, e il livello è sempre più alto: quest’anno è stato davvero un piacere correre contro Cairoli e Neuville, molto più divertente dell’anno scorso contro Robert Kubica”, che dopo aver vinto aveva sollevato delle polemiche contro il campione di Tavullia. E adesso giù il sipario, è tempo di relax.