F1 Abu Dhabi, Sebastian Vettel: “Nessun problema tecnico, è colpa nostra”

Ferrari's German driver Sebastian Vettel sits in the pit during the third practice session at the Yas Marina circuit in Abu Dhabi November 28, 2015 ahead of the Abu Dhabi Formula One Grand Prix. AFP PHOTO / TOM GANDOLFINI / AFP / Tom Gandolfini (Photo credit should read TOM GANDOLFINI/AFP/Getty Images)
Sebastian Vettel (getty images)

L’ultima gara del Mondiale 2015 di F1 riserva una brutta sorpresa a Sebastian Vettel, fuori dalle Q2 per un errore con le gomme costatogli la 16esima posizione in griglia di partenza. Ma il disguido tecnico mostra i saldi equilibri all’interno della scuderia di Maranello, con il pilota tedesco e il team principal Maurizio Arrivabene che si addossano le responsabilità.

“Abbiamo fatto un errore madornale chiedendo a Seb di rallentare credendo che potesse star dentro – ha commentato Maurizio Arrivabene ai microfoni della Rai -. L’obiettivo è di chiudere la stagione in modo dignitoso. Vettel ci ha abituato a miracoli ma è veramente molto indietro. Se Kimi riuscisse a far bene davanti e Seb ad avvicinarsi sarebbe un bel risultato”.

“È il massimo che potevamo ottenere – ha commentato Kimi Raikkonen che partirà dalla terza posizione -. La macchina è stata piuttosto guidabile per tutto il weekend, ma i giri spesso non sono stati ideali. Anche la mia prima uscita è stata buona ma non eccezionale, c’era sicuramente margine di miglioramento. Ho cercato di fare un giro migliore e ci sono riuscito. Sono ancora abbastanza lontano da quello che posso ottenere dalla macchina, ma oggi abbiamo fatto molto bene… Domani cercheremo di partire bene e prendere le giuste decisioni, poi vedremo come andrà. Spero bene, perché in macchina ho buone sensazioni”.

Dal canto suo Sebastian Vettel riconosce l’errore di valutazione e spera in una buona gara sul circuito di Abu Dhabi: “Non c’è stato alcun problema tecnico, tutto andava secondo i piani, siamo usciti con le supersoft ma abbiamo pensato che il giro con le soft fosse sufficiente e abbiamo deciso di troncare il secondo tentativo. Oggi non è andata al meglio ma vedremo come andrà la gara, cosa faranno gli altri. C’era la velocità per stare davanti, purtroppo abbiamo sbagliato la valutazione – ha concluso il pilota tedesco -, è stato un errore da parte nostra”.