MotoGP, Carlo Pernat: “Casey Stoner nel 2017 può correre il Mondiale”

Carlo Pernat (Getty Images)
Carlo Pernat (Getty Images)

La notizia era nell’aria già da diverse settimane e ora è giunta la firma ufficiale per la gioia di tutti i tifosi della Ducati: Casey Stoner ritorna in sella alla Rossa di Borgo Panigale in veste di collaudatore, ma possiamo scommettere che scenderà in pista come wild card almeno in un Gran Premio, forse proprio nella sua Phillip Island.

Il due volte campione iridato ha deciso di chiudere la collaborazione con la Honda, una scelta probabilmente maturata ad inizio campionato, quando i vertici HRC hanno preferito non farlo scendere in pista per sostituire Dani Pedrosa, nonostante il suo parere esplicitamente favorevole.

Un guasto tecnico alla sua moto durante la 8 Ore di Suzuka è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e probabilmente durante la sua visita a fine giugno in Italia è stata coltivata l’ipotesi del suo passaggio alla Ducati, il team con cui ha vinto il suo primo titolo mondiale nel 2007, lasciando un segno indelebile nel cuore di tutti i ducatisti.

Il celebre manager ligure Carlo Pernat non ha voluto mancare l’occasione di commentare il trasferimento del campione australiano alla Ducati, dove tra l’altro gareggia il suo pupillo Andrea Iannone: “A mio parere l’ingaggio da parte di Ducati di Casey Stoner sia stato fatto, al di là dell’immagine e del giusto sentimento per l’unico mondiale vinto nella Motogp dalla casa italiana, sia stato fatto per prepararlo a correre il mondiale 2017 – ha pronosticato Pernat – quindi preparandolo con saltuari collaudi della moto e con qualche wild car durante la stagione 2016. Potrebbe essere una mossa giusta in funzione futura senza sacrificare l’ottimo lavoro di Emanuele Pirro svolto sino ad oggi. Sicuramente sarà un ulteriore stimolo per i due Andrea del team ufficiale. Bisognerà vedere come sarà l’australiano nel 2017 dopo cinque anni lontano dai Gran Premi”.