MotoGP, Luigi Dall’Igna: “Gomme Michelin favorevoli alle Ducati? Ancora presto per dirlo”

Luigi Dall'Igna
Luigi Dall’Igna (getty images)

L’obiettivo per il 2015 era di salire sul gradino più alto del podio almeno una volta, ma il Ducati Team non ha centrato l’impresa pur sfiorandola diverse volte all’inizio della stagione. Ma Andrea Iannone, con i suoi tre podi, e Andrea Dovizioso, con quattro podi, hanno collezionato un buon bottino di punti che incoraggia in vista del futuro che dovrà essere ancora più roseo.

“Sono davvero felice per gli sviluppi tecnologici che siamo riusciti a raggiungere nel Campionato del Mondo MotoGP del 2015”, ha detto Luigi Dall’Igna, Direttore Generale di Ducati Corse, come riportato da Speedweek.com.

“Non mi dà fastidio che stiamo perdendo i benefici riservati alla classe Open. Penso che possiamo raggiungere anche a parità di condizioni i nostri concorrenti. Se qualcosa cambia, non si sa mai cosa aspettarsi. Tutti i team nel 2016 avranno a che fare con le gomme Michelin e con la centralina elettronica unica. Non possiamo valutare al momento se le modifiche avranno un impatto positivo per noi o no. Nel test di Valencia abbiamo ricevuto un assaggio. Ma in questo momento non siamo in grado di lasciare alcun giudizio fondato”.

Il Ducati Team scenderà in pista a Jerez nei prossimi giorni per approfondire l’argomento gomme e trovarsi preparati per febbraio durante il test di Sepang. Luigi Dall’Igna sembra intenzionato a proseguire con l’uso delle alette laterali che “aiutano ad evitare impennate ” e che potrebbero approdare anche al team satellite Pramac Racing, dal momento che la GP15 che andrà in dotazione a Scott Redding e Danilo Petrucci non sarà molto diversa dalla GP16.