MotoGP Ducati, Luigi Dall’Igna: “Nessuna preferenza tra Iannone e Dovizioso”

Gigi Dall'Igna (Getty Images)
Gigi Dall’Igna (Getty Images)

Il 2016 dovrebbe essere un anno da incorniciare per la Ducati dopo le prime buone avvisaglie intraviste quest’anno, in particolar modo ad inizio stagione. E non solo per quanto concerne il team ufficiale, perchè Danilo Petrucci ha raggiunto l’ambizioso obiettivo del 10° posto con una Ducati satellite che ha evidenziato non pochi limiti rispetto alla diretta concorrenza in pista.

Dal prossimo anno il team Pramac Racing schiererà in campo Scott Redding e Danilo Petrucci con le Desmosedici GP15 utilizzate da Andrea Iannone e Andrea Dovizioso nel 2015, come sottolineato da Luigi Dall’Igna a Speedweek.com. “Petrucci e Redding guideranno moto molto identiche. Avintia e Aspar utilizzeranno la GP14.2 dell’anno precedente. Questa è esattamente la versione che Danilo Petrucci ha controllato nella seconda parte della stagione 2015 da Misano. Dovremmo quindi essere in grado di fornire tutte le squadre dei clienti per ottenere buoni risultati. Ne sono abbastanza fiducioso”.

Per quanto riguarda invece il team ufficiale il Direttore Generale di Ducati Corse ha messo a tacere quelle sterili voci di voler privilegiare Andrea Iannone su Andrea Dovizioso dopo l’ottima prestazione di questo campionato recentemente conclusosi: “Mi prendo cura di entrambi i piloti con la stessa intensità e senza nessuna differenza. Io preferirei di gran lunga che i due piloti salissero entrambi sul gradino più alto del podio. Ma, naturalmente, ciò non è possibile. Io rispetto molto tutti i piloti molto. E li aiuterò per quanto è in mio potere, senza nessuna preferenza”.