MotoGP, Jorge Lorenzo: “Adesso sono una leggenda Yamaha”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Prosegue la vita da neo campione del mondo per Jorge Lorenzo che tra interviste ed eventi promozionali trova anche il tempo di rispondere ai suoi follower su Twitter. Dopo le forti tensioni con il compagno di squadra Valentino Rossi la prossima stagione si presume sia sull’orlo di una crisi di nervi che potrebbe scoppiare da un momento all’altro, anche se i vertici della casa di Iwata stanno pensando a come attutire eventuali tensioni che possano nuocere alla salute del team.

Il pilota maiorchino, forte del titolo mondiale, non sembra per nulla preoccupato in vista del 2016, come dichiarato in un’intervista a Speedweek.com: “Mi sento protetto e sostenuto da Yamaha. Era il 2008 e avevo 20 anni quando ho esordito nella MotoGP. Ho sempre avuto una moto competitiva, sono stato trattato alla pari dalla Yamaha, nel 2008 e 2009, cioè nel periodo in cui Valentino è stato il pilota principale. Ancora oggi ho la moto migliore a disposizione”.

Nonostante le presunte voci di un passaggio alla Ducati nel 2017 Lorenzo non ha mai nascosto di voler chiudere la carriera con la casa dei tre diapason e non solo… “Voglio finire la mia carriera con la Yamaha e poi il più a lungo possibile agire come ambasciatore per questa azienda. Con questo terzo titolo mondiale della MotoGP sono diventato una leggenda Yamaha, come Agostini, Roberts, Lawson e Rainey. Questa era la mia intenzione”, senza escludere di ambire anche al quarto titolo iridato.

Un obiettivo non semplice dato che la rivoluzione del regolamento potrebbe stravolgere gli equilibri della classe regina e sia Honda che Ducati non resteranno a guardare: “Contro rivali come Marc, che è ancora molto giovane, molto ambizioso, molto veloce e molto aggressivo, il nostro compito non è facile. Quest’anno siamo stati fortunati che è caduto molte volte. Senza queste cadute avrebbe potuto lottare contro di noi per il titolo fino alla fine.Anche Dani è migliorato nella seconda metà della stagione, ha la velocità e l’ambizione come in passato. Ducati è notevolmente migliorata. Sarà emozionante. Ma ho fiducia in Yamaha. Sono sicuro – ha concluso Jorge Lorenzo – che troveranno un modo per rendere la moto per il futuro ancora più veloce”.