Fernando Alonso: “Stagione frustrante, ma quando sei 2° o 3° è peggio”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (getty images)

Nel corso del Gran Premio del Brasile l’immagine di Fernando Alonso seduto a bordo pista a prendere il sole è divenuta virale, ma anche le sue dichiarazioni non sono da meno. Ancora una volta il pilota spagnolo punzecchia la sua ex scuderia Ferrari sostenendo sì di aver avuto una pessima stagione, ma sempre meglio che terminare al secondo o terzo posto, alle spalle delle Mercedes ancora una volta nettamente superiori.

“È vero che ho avuto una stagione frustrante, ma penso che abbiamo imparato molto – ha detto il pilota della McLaren in un’intervista ad Autosport.com -. Credo che sia ancora più frustrante quando sei secondo o terzo sul podio. Quando vedete alcuni dei volti dei campioni di quest’anno e alcuni dei problemi tra compagni di squadra, vedi che anche loro hanno avuto dei momenti strani”.

La sua scuderia britannica ha avuto una stagione da mettere in archivio, ma non gli pesa più di tanto, a patto che serva da insegnamento per il 2016, un anno che potrebbe essere decisivo per il futuro del campione di Oviedo: “La mia testa è già al prossimo anno: spero di avere tutti i problemi ora e zero nel 2016. È un processo di crescita e l’unico modo per avere successo è di imparare dai nostri errori e problemi ed è quello che stiamo facendo”.

Infine Fernando Alonso ricorda gli anni trascorsi nel team di Maranello, di certo non più entusiasmanti, a suo dire, di questo campionato ormai alle porte: “Tutti noi vogliamo vincere, ma per me è stato difficile per alcuni anni: quando sapevamo che la Red Bull era un secondo più veloce di ogni altra vettura, e poi l’anno scorso quando abbiamo saputo che lo era la Mercedes: è stato uno dei motivi per cui mi sono trasferito alla McLaren-Honda, perché l’unico modo per battere la Mercedes in futuro è di avere un progetto molto forte e un diverso tipo di filosofia per comprendere la nuova F.1 e penso di essere nel posto giusto”.