MotoGP: Jorge Lorenzo risponde alle critiche su Twitter

JOrge Lorenzo sul podio di Aragon
Jorge Lorenzo (getty images)

Jorge Lorenzo pare abbia trascorso una mezza giornata su Twitter per rispondere alle tante critiche che riceve sul social network da parte di sostenitori e non. Al centro della discussione il suo titolo iridato vinto in maniera ritenuta troppo semplice, con Valentino Rossi costretto a partire dall’ultima fila nel decisivo Gran Premio di Valencia.

Tra l’altro il pilota maiorchino non solo ha più volte attaccato verbalmente il suo compagno di squadra, ma ha chiesto al Tas di Losanna di poter intervenire a sfavore del Dottore, quando questi ha presentato ricorso contro la penalizzazione inflittagli a Sepang.

“Jorge è un buono a nulla, un bambino piagnone”, si legge in un messaggio su Twitter. E ancora: “Non hai vinto un solo titolo per meriti tuoi”. Il pilota spagnolo della Yamaha ribatte: “Certo, vado in moto solo ogni tanto, a piedi è difficile…”. Un altro appassionato di MotoGP attacca: “Vinci facile, siamo capaci tutti”, ma Jorge Lorenzo cinguetta: “Certo amico il prossimo anno vinci tu sulla M1…”. E se qualcuno azzarda un paragone ‘impossibile’ con Valentino, “Per arrivare a 9 mondiali hai bisogno di tre carriere”, lo spagnolo risponde: “Non voglio arrivarci, essere già a 5 mi sta bene”.

Un altro messaggio recita così: “Lorenzo, quando cago ti penso”, ma il neo campione del mondo risponde con una sottile ironia: “Stai attento a non eccitarti, non è il momento giusto”. E infine Jorge chiosa così: “Manca solo che dicano che hai tagliato la linea del traguardo in fuorigioco. No, era rigore…ma shhhh”.