F1: Ferrari schiera Vettel e Raikkonen ai test Pirelli di Abu Dhabi

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

La Ferrari ha deciso di essere al fianco della Pirelli nel test di gomme ad Abu Dhabi, in programma martedì 1 dicembre dalle 9 alle 21. La scuderia di Maranello ha invitato i piloti titolari ad aderire, in modo tale che sia Sebastian Vettel che Kimi Raikkonen possano già familiarizzare con la nuova mescola Ultrasofrt che l’azienda milanese porterà in pista nel 2016 e che si aggiungerà alle quattro già esistenti e che saranno riconfermate.

I piloti Ferrari gireranno sulla SF15-T due giorni dopo l’ultimo Gran Premio stagionale per un test a porte chiuse dove sarà vietato qualsiasi organo di informazione. Una decisione che non piace a Maurizio Arrivabene: “La Formula 1 è troppo sconosciuta. Ad esempio, il golf è considerato uno sport esclusivo. Ma migliaia di fan possono vedere le star molto vicino, possono sedersi, guardare come colpiscono le palline. In Formula 1 siamo troppo lontani dagli spettatori – ha dichiarato il boss della Ferrari come riportato da Speedweek.com -. Sono per una completa apertura ai media, la Formula 1 ha bisogno di qualsiasi tipo di pubblicità, non ha bisogno di test a porte chiuse”.

Ben venga il test Pirelli, secondo Sebastian Vettel, ma a patto che i nuovi regolamenti possano contribuire ad andare più veloce e dare più spettacolo in tribuna: “Penso che abbiamo bisogno di pneumatici che ci permettano di andare più veloce”, ha spiegato Vettel come riportato da Crash.net. “I piloti vogliono essere più veloci… Purtroppo lo sport è molto politico con interessi diversi da parte di persone diverse. Penso che sia giusto dare a chi produce gli pneumatici, in questo caso Pirelli, la possibilità di migliorare le proprie gomme… ma dal momento che i responsabili, le squadre, chiunque, non sono d’accordo su qualcosa – ha concluso il pilota tedesco del team di Maranello -, sarà difficile fare progressi”.