Red Bull, arrestati i ladri che rubarono i trofei a Milton Keynes

Red Bull logo
(getty images)

A distanza di undici mesi dal furto con scasso avvenuto a Milton Keynes, nella sede della Red Bull, dove furono portati via decine di trofei, quattro uomini appartenenti a una banda sono stati arrestati e condannati al carcere con pene da due a sette anni. I quattro malviventi, di età compresa tra 24 e 41 anni, si sono dichiarati colpevoli.

Il furto si era registrato nella notte tra il 5 e il 6 dicembre scorso, a pochi giorni di distanza dall’addio di Sebastian Vettel, ed era persino stato ripreso dalle telecamere a circuito chiuso, che avevano filmato l’assalto con un Suv utilizzato come ariete contro i vetri in cristallo dell’ingresso.

I ladri portarono via una sessantina di trofei di scarso valore economico ma dall’alto valore simbolico per il team angloaustriaco Red Bull, che difficilmente sarebbero riusciti a vendere. Alcuni trofei furono scovati e recuperati dopo qualche settimana nel Lago Horseshoe, vicino a Sandhurst.