MotoGP, Valentino Rossi: “Ci vuole tempo… ma dimenticare è impossibile”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

C’era grande attesa per constatare pubblicamente la telemetria Honda della gara di Sepang, forse il GP più discusso della storia della MotoGP, teatro di uno scontro tra Valentino Rossi e Marc Marquez. Ma è giunto il divieto da parte di Fim e Dorna per motivi non ufficializzati, rinviando il tutto a data da destinarsi (?), costringendo Livio Suppo a fare dietrofront dopo la promessa che sarebbe stata resa nota subito dopo la tappa di Valencia.

“Mi dispiace, ma non vi faremo contenti neanche oggi. Questa volta però non dipende da noi: la Dorna e la FIM ci hanno chiesto di non gettare benzina sul fuoco ed abbiamo accettato la loro richiesta – ha ammesso il tam principal Livio Suppo in una nota ufficiale -. Non abbiamo mai detto che li avremmo mostrati questa settimana, ma che lo avremmo fatto quando lo avremmo ritenuto più opportuno. Siccome le autorità che governano questo sport ci hanno detto di aspettare, per evitare di creare più confusione, anche perché da quando abbiamo parlato giovedì sono successe ancora tante cose”.

Quando è giunta la notizia che HRC non mostrerà i dati delle telemetria Valentino Rossi ha commentato con il suo solito sarcasmo: “Sono curioso di vedere la telemetria della Honda. Mi piacerebbe capire come pensano di dimostrare con la telemetria che gli ho dato un calcio. Bisognerebbe che glielo chiedeste. Poverini, loro volevano farli vedere, ma per il bene del motociclismo non lo fanno”.

La delusione per come è maturata la sconfitta è ancora grande e ci vorrà del tempo per metabolizzare, ma dimenticare sarà impossibile… “E’ difficile trovare le motivazioni dopo tutto quello che è successo. Domenica avevo ancora l’adrenalina dopo la gara, ma lunedì è stata dura e nei test ho faticato a ritornare a guidare. So che servirà tempo – ha concluso il pilota di Tavullia -, non tanto per dimenticare, che sarà impossibile, ma almeno per assimilare tutto”.