MotoGP, Carlo Pernat: “Dov’è la telemetria di Marquez? Honda ha le idee confuse”

Livio Suppo
Livio Suppo (getty images)

Alla vigilia del Gran Premio di Valencia, il team Repsol Honda aveva annunciato che avrebbe allontanato ogni dubbio sulla sincerità di Marc Marquez rendendo nota la telemetria di Sepang. Ma nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri Livio Suppo ha dichiarato di non poterla dimostrare per ordine di Dorna e Fim, che avrà pensato di rinviare eventualmente a da destinarsi, per cercare di calmare le acque tempestose di questo finale di stagione.

Ma il manager Carlo Pernat sembra non vederci chiaro: “Devo dire la verità ci ho capito poco o nulla ma penso di avere assistito ad una farsa. La Honda, la casa più importante del mondo, ha giocato ad un balletto incomprensibile – ha spiegato il manager ligure sul suo profilo Facebook -. Dopo il Gran Premio della Malesia dice di voler fare una conferenza stampa per mostrare la telemetria dell’impatto fra Valentino e Marquez accusando ‘the doctor’ di aver dato un calcio al loro pilota Marc Marquez. Poi smentisce di volerla mostrare a tutti ed ancora convoca per oggi una conferenza stampa affermando di mostrarla in questa occasione”.

“Durante l’incontro con i giornalisti dice che la Federazione Internazionale Motociclistica lo ha vietato – ha aggiunto Carlo Pernat -. Mi chiedo se la casa più importante del mondo si debba esporre ad una figura di questo genere. O hanno le idee veramente confuse oppure hanno perso la testa non sapendo più come giustificare il comportamento anti sportivo del loro pilota. Francamente sono deluso dal comportamento della casa giapponese”.

Figurarsi Valentino Rossi che, onde evitare ulteriori polemiche, ha commentato ironicamente: “Sono curioso di vedere la telemetria… Mi piacerebbe vedere come fanno a dimostrare che gli ho dato un calcio. Poverini, loro volevano mostrarla, però per il bene del motociclismo non hanno potuto, vero?!”. Difficile metabolizzare di aver perso il titolo iridato all’ultima gara e in modo a dir poco anomalo.