MotoGP, Andrea Iannone: “Ho capito lo stile di guida per le Michelin”

Box Ducati Andrea Iannone Test Valencia MotoGP
Box Ducati (getty images)

Il Ducati Team ha concluso i due giorni di test IRTA a Valencia con buone sensazioni anche se resta molto da fare in vista del prossimo Mondiale. Andrea Iannone e Andrea Dovizioso hanno continuato il lavoro di messa a punto della ciclistica delle loro Desmosedici GP, per adattarla alle gomme da 17″ Michelin, nuovo fornitore unico del campionato.

Nella seconda giornata il pilota abruzzese è stato autore di una caduta alla curva 5 senza fortunatamente riportare conseguenze e riuscendo a proseguire regolarmente il lavoro anche al pomeriggio, chiudendo in nona posizione in 1’31″619 e mettendo a segno 61 giri.

“Sono contento per come mi sono adattato alle Michelin: in generale penso di aver un’idea abbastanza chiara sullo stile di guida che bisogna utilizzare e sicuramente nei test del prossimo anno continueremo a progredire – ha detto Andrea Iannone -. Oggi abbiamo anche provato il software unico e alla fine è andata bene perché sono sempre riuscito a migliorare, e abbiamo fatto altre prove di ciclistica, utilizzando la moto come durante il weekend di gara. Sono abbastanza soddisfatto, ma non del risultato finale perché il mio obiettivo è di essere sempre tra i migliori, e invece il nono posto è al di sotto delle mie aspettative”.

Andrea Dovizioso ha compiuto 62 giri nella seconda giornata di test il migliore dei quali in 1’31″967 che gli valgono il 15° posto: “E’ stato un test importante perché dovevamo capire bene il comportamento delle nuove gomme Michelin, ed è la cosa più importante in questo momento per poter andare forte. In questi due giorni abbiamo lavorato molto – ha ammesso il pilota forlivese – e credo che siamo riusciti a dare dei feedback importanti per lo sviluppo. Verso la fine della giornata ho anche utilizzato il nuovo software nuovo, che è un po’ diverso da quello a cui eravamo abituati, ma tutto sommato mi sono trovato bene e sono contento”.