‘Justice Payout’, Bwin rimborsa le scommesse su Valentino Rossi

Bwin agenzia scommesse
(getty images)

Valentino Rossi ha perso il Mondiale all’ultima gara, ma in una maniera obiettivamente insolita, tanto che alcune agenzie di scommesse hanno deciso di rimborsare tutti quelli che avevano puntato sulla vittoria iridata del Dottore.

Un magro pieno di consolazione per chi è stato vittima del “biscotto” spagnolo. In gergo tecnico si chiama “Justice payout”: il rimborso della giocata, sotto forma di bonus, qualora il pronostico dovesse risultare perdente a causa di fattori esterni che hanno condizionato il risultato.

Subito dopo il Gran Premio di Sepang, quando Valentino Rossi è stato penalizzato con tre punti dalla Direzione Gara, condannandolo a partire dall’ultima fila nella gara decisiva di Valencia, anche un’altra agenzia di scommesse, Paddy Power, aveva preannunciato il rimborso della giocata ai propri utenti che avevano scommesso sul campione di Tavullia. “Bwin, da sempre promotore dell’integrità nello sport, ha deciso di applicare il Justice Payout in seguito alle controverse vicende di Sepang e Valencia”, ha dichiarato Moreno Marasco, Country Lead di Bwin Italia.

Molto probabilmente si tratta del primo caso di scommessa “abolita” nel motociclismo: fino a qualche settimana fa si pensava che le anomalie fossero soltanto caratteristica del calcio, ma un ‘fenomeno’ ci ha fatto ricredere. A quanto pare, secondo molti, il vero vincitore morale è proprio Valentino