MotoGP, Valentino Rossi: “Marc Marquez prende tutti per i fondelli”

Valentino Rossi GP Valencia 2015
Valentino Rossi (getty images)

Nei prossimi giorni è prevedibile dover assistere a un botta e risposta tra Honda e Marc Marquez da un lato e Valentino Rossi dall’altro, perchè dopo la gara di Valencia le polemiche sembrano prendere ancor più vigore. Lo scontro tra le due fazioni trova la sua genesi in Australia, cresce e matura a Sepang ed esplode dopo l’ultimo round in terra spagnola, dove il titolo iridato è finito nelle mani di Jorge Lorenzo in maniera beffarda.

“Marquez ha deciso che non avrei dovuto vincere il campionato e ha iniziato a fare la guardia del corpo di Lorenzo. A mio parere, la gara che sigillato il mio destino era quella di Phillip Island. Marquez si è comportato in modo imbarazzante per tutti”. Ma l’ira di Valentino prende di mira anche il team Repsol Honda che si è subito schierato a difesa del 22enne di Cervera: “Non mi aspettavo il comportamento di Honda, che ha permesso ai suoi piloti di far vincere una Yamaha. Mi sarebbe piaciuto lottare in pista direttamente con Lorenzo”.

Ma la partenza dall’ultima fila ha rovinato lo spettacolo e forse falsato una delle stagioni della MotoGP più esaltanti in assoluto. Ma ce n’è anche per il neo campione iridato Jorge Lorenzo, reo di aver pronunciato frasi al veleno contro di lui: “Sono arrabbiato con Lorenzo per come si è comportato in Malesia – ha proseguito Valentino Rossi come riportato da Solomoto.es -. Penso che ha perso una grande opportunità di rimanere in silenzio. E’ stato un bene che in pista ha guadagnato punti, ma fuori pista avrebbe potuto essere molto più intelligente e restare in silenzio. Per quanto riguarda la nostra convivenza nei prossimi anni, non penso che sia un problema. Il problema ora è che ho perso”.

Fa rabbia aver lanciato diversi campanelli d’allarme senza mai essere preso seriamente in considerazione, tant’è che alcuni giorni fa Valentino aveva predetto il finale del GP di Valencia al boss della Dorna Carmelo Ezpeleta: “Ho parlato con le autorità giovedì, ho anticipato quello quello che sarebbe accaduto oggi e mi hanno detto che era impossibile, ma alla fine è quanto è successo”.

Adesso non resta che metabolizzare questa sconfitta e pensare al 2016 dove forse avrà l’ultima occasione per tentare l’assalto al decimo titolo iridato: “Amo quello che faccio, non voglio cambiare i miei piani futuri per quello che è successo oggi. L’anno prossimo abbiamo un’altra sfida, cercare di essere competitivi con la Michelin. Quest’anno sono stato coraggioso, ho fatto tutto quello che dovevo fare e il prossimo anno devo ripetermi. E’ incredibile quello che è successo. Spero che sia vero che sono stato il suo idolo, forse per questo ha voluto sconfiggermi… Marc è il futuro della MotoGP, è un grande talento e ha 22 anni, ma qualcuno che dice bugie per tutto il fine settimana, ogni volta che apre la bocca dice di fare tutto il possibile per vincere, di battere Lorenzo, che è importante la gara per la Honda… e poi fai quello che fai… La verità – ha concluso Valentino Rossi – è che si tratta di una persona che prende tutti per i fondelli”.