MotoGP, Valentino Rossi: “Impossibile capire cosa succederà in gara”

Valentino Rossi GP Valencia 2015
Valentino Rossi (getty images)

Valentino Rossi inizierà la resa dei conti dall’ultima piazza al GP di Valencia, per tentare un’impresa impossibile che lo proietterebbe dalla leggenda all’albo degli eroi. Jorge Lorenzo non solo partirà dalla pole ma ha segnato anche il nuovo record di pista e il titolo potrebbe chiudersi dopo pochi giri se inizierà a ‘martellare’ come suo solito.

Il Dottore però non è uomo che si arrende tanto facilmente e tenterà il tutto per tutto, senza rimorsi ma con un pizzico di rabbia per quella penalizzazione di tre punti inflitta dalla Direzione Gara a Sepang e poi riconfermata dal Tas di Losanna.

“Sicuramente abbiamo sperato che Jorge non facesse la pole position e che le Honda fossero più forti, ma Jorge è stato più veloce. In ogni caso è impossibile capire cosa succederà in gara, al fronte, non ci resta che concentrarci su di noi e cercare di migliorare l’assetto”, ha affermato il campione di Tavullia al termine delle qualifiche. “Qualcuno dice che domani sarà un po’ più fresco e abbiamo il warm-up per cercare di capire se possiamo fare qualche modifica per migliorare il ritmo. Dopo di che vediamo e proviamo a dare il massimo”.

Perchè molto dipenderà anche dalla posizione finale di Jorge Lorenzo: se il maiorchino chiuderà la gara al primo o secondo posto sarà necessario piazzarsi subito alle sue spalle, se arriva terzo a Valentino Rossi potrebbe bastare anche il sesto piazzamento finale. “Non dipende solo da noi, purtroppo”, ha ricordato il pesarese. “Per cercare di recuperare devo fare una buona partenza, che sarà molto importante, e dopo cercare di non perdere troppo tempo nei primi giri. Poi la gara è di 30 giri e quindi dobbiamo vedere cosa succede e soprattutto come sarà il mio ritmo”.