MotoGP Valencia, Valentino Rossi: “Serviranno pochi rischi e fare presto”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

La pole position di Jorge Lorenzo complica la situazione di Valentino Rossi a Valencia: qualora il maiorchino dovesse vincere al Dottore non resterebbe che arrivare secondo per aggiudicarsi il titolo mondiale. Ma con la partenza dall’ultima fila tutto diventa più complicato e il sogno del decimo trionfo iridato sembra svanire pian piano, in attesa che diventi una triste realtà al termine del Gran Premio.

Nonostante tutto bisogna provare a coltivare anche l’ultimissima possibilità, perchè tutto può accadere durante una gara, compreso che le Honda riescano a piazzarsi nelle prime due posizioni. Gli spazi per una strategia sono ben ristretti: “Serviranno pochi rischi e fare presto! Purtroppo dipenderà da tante cose – ha detto Valentino – in tanti vanno forte, il mio passo sarà importante, 30 giri sono molti, dovrò partire molto bene e prendermi i rischi giusti, però senza esagerare. Posso solo concentrarmi sul mio passo e poi vedremo dove saranno quelli davanti. Se fossi partito davanti avrei potuto pianificare una strategia, così invece non serve a niente”.

Nelle qualifiche non è andato oltre il 12esimo tempo, per una modifica che non ha dato gli esiti sperati e per un problema di riscaldamento delle gomme: “Il miglior rendimento al mattino? Il fatto è che dipende dalle temperature: la mattina le gomme lavorano meglio e ho più aderenza, al pomeriggio le gomme si scaldano e si soffre di più – ha dichiarato Valentino Rossi -. Bisognerebbe correre la mattina alle 10…”. Aiuto da parte delle Honda? “Quello che faranno le Honda davanti non sono problemi miei”.