MotoGP Valencia, Carmelo Ezpeleta: “Ho detto ai piloti di non parlare”

Carmelo Ezpeleta
Carmelo Ezpeleta (getty images)

Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, ammette che degli errori sono stati compiuti dopo l’incidente di Sepang tra Valentino Rossi e Marc Marquez, pur senza entrare troppo nel merito. Ma fa capire di essere disposto a cambiare alcune regole per migliorare il futuro.

Un modo forse per ammettere le colpe di Marquez senza poter prendere provvedimenti. Ma giovedì mattina a Valencia c’è stato un incontro a porte chiuse con i diretti interessati, compreso Jorge Lorenzo, che ha nelle mani il titolo mondiale.

“Abbiamo tutti lo stesso interesse e credo che sia nostro compito disinnescare la tensione e quindi chiediamo ai piloti di non esporre le loro controversie fino alla prossima settimana. Non so cosa fare, ma ho detto loro che ho pensato che fosse un bene per loro nel corso di questo fine settimana parlare soltanto della gara e nient’altro”, ha detto Ezpeleta dopo la consegna a Nicky Hayden di una medaglia che attesta l’entrata nella lista delle leggende della MotoGP.

Per quanto riguarda l’incidente tra Marquez e Rossi, il CEO di Dorna è stato schietto: “Io non faccio una valutazione di quello che è successo. Ho detto ai piloti di non parlare, e io non ho intenzione di parlare. Se la tensione può tornare? Io non sono un profeta. C’è sempre un po’ di preoccupazione. E’ una gara ad alta tensione. Due piloti si giocano un campionato del mondo ed è un evento da monitorare con attenzione”.

Carmelo Ezpeleta non ha voluto rivelare il contenuto del suo incontro con Lorenzo, Rossi e Marquez, ma ha detto che c’era “un buon feeling. Tre grandi persone”. Ma torneranno mai a darsi la mano come in passato? “Credo di sì, ma non è una cosa che devo decidere io. Queste cose sono buone se sono naturali. Se no sono inutili “, ha aggiunto.

Ma è anche il caso che la Dorna faccia mea culpa… “Il primo errore che abbiamo fatto è che abbiamo parlato molto. Abbiamo fatto molta autoanalisi e poche persone conoscono la situazione meglio di noi – ha aggiunto Ezpeleta -. Non ho mai avuto alcun scrupolo a cambiare quando le cose vanno male, ovviamente non ha funzionato, proviamo a vedere cosa possiamo fare per migliorare le cose in futuro”.