Niki Lauda-Mercedes, divorzio vicino: contrasti con Toto Wolff

Niki Lauda
Niki Lauda (Getty Images)

Niki Lauda e la Mercedes potrebbero presto dirsi addio. L’ex pilota austriaco, attuale presidente onorario della scuderia di Stoccarda, è in rotta con il direttore esecutivo Toto Wolff per come viene gestito il team in generale. Quest’ultimo invece non sopporta l’eccessivo protagonismo dell’altro. Lo scrive il Daily Mail. L’apice del disaccordo tra le parti si è avuto nel corso dell’ultimo Gran Premio del Messico, occasione in cui la strategia è stata volutamente indirizzata a favore di Nico Rosberg senza consentire a Lewis Hamilton di giocarsi la vittoria.

All’inglese è stato imposto il rientro ai box per il cambio degli pneumatici quando invece avrebbe potuto proseguire la corsa effettuando una sosta in meno e magari vincere o comunque lottare per il successo. Ma la Mercedes ha voluto favorire il pilota tedesco in modo tale da garantirgli il secondo posto in classifica mettendo più punti possibili tra lui e Sebastian Vettel, vittima di ritiro e dunque con zero punti al termine del GP messicano.

Niki Lauda avrebbe voluto lasciare libertà a Lewis Hamilton di continuare a correre con le stesse gomme, ma Toto Wolff è stato irremovibile. Non a caso nel team-radio del neo-campione del mondo si sente chiaramente che il team impone il rientro al pilota dicendo che si tratta di un ordine, nonostante le perplessità del britannico. Nel futuro dell’attuale presidente onorario della Mercedes potrebbe esserci un ruolo come consulente di Bernie Ecclestone ai vertici della FOM. Un personaggio come lui non avrà certo problemi a trovare un nuovo incarico.