MotoGP: Valentino Rossi e il giorno del giudizio finale

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Il Mondiale 2015 della MotoGP si decide prima per vie legali, poi in pista domenica prossima. Perchè entro la giornata di oggi è attesa la sentenza del Tribunale Arbitrale dello Sport che decreterà se il pilota della Yamaha dovrà partire dall’ultima fila o giocarsela alla pari.

La versione di Valentino Rossi è stata ben illustrata sul suo sito ufficiale in seguito al Gran Premio di Sepang: “Quando siamo andati larghi, io l’ho guardato come per dirgli “che stai facendo?” poi ci siamo toccati. Lui ha toccato la mia gamba e li io ho perso il piede dalla pedana ma lui era già caduto. Se riguardate le immagini dall’elicottero è molto chiaro che il mio piede scivola dalla pedana quando lui stava già cadendo. La sanzione che mi hanno dato non è giusta perché non volevo farlo cadere”.

Una versione che non trova concorde il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo che, nonostante sia estraneo all’incidente, si è intromesso nella disputa legale tra Valentino Rossi e il Tas di Losanna, che ha accolto la documentazione fornita dal maiorchino senza tuttavia dargli facoltà di parola.

Quello di Valencia, al di là della decisione del tribunale, sarà una gara non facile e molto tesa, dove in gioco c’è il titolo iridato. Qualora il Dottore dovesse partire dall’ultima piazza in griglia non resta che sperare che le Honda mettano a segno una doppietta, con Lorenzo terzo sul podio: in tal caso potrebbe bastare anche un sesto posto finale. Ironia della sorte: il titolo mondiale sembra essere nelle mani di Marc Marquez…