MotoGP, Massimo Meregalli: “Siamo molto delusi con Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (getty images)

Il team Movistar Yamaha sembra davvero adirato con Jorge Lorenzo, per il suo tentativo di entrare nel processo aperto da Valentino Rossi presso il Tas di Losanna, per di più senza avvisare la sua scuderia. Il team director Massimo Meregalli il direttore marketing e comunicazione, William Favero, hanno dichiarato di essere state “deluso” dall’atteggiamento del pilota spagnolo e non capiscono la sua intromissione in una querelle in cui non ha voce in capitolo.

“Siamo molto delusi con Jorge Lorenzo. Non perché ha deciso di entrare come parte nel processo di Rossi nel TAS, ma perché non ci ha informato prima”, ha detto Meregalli in un’intervista a ‘SkySport24’. “Non capiamo come si può considerare parte lesa nei fatti relativi alla Rossi e Marquez. Siamo delusi con Jorge per aver avviato un’iniziativa senza averci informato, cosa che Rossi ha fatto prima di intraprendere il processo”, ha ammesso Favero.

Da giorni ripetiamo che in casa Yamaha si respira una certa aria tesa e di rivoluzione e si fa sempre più concreta l’ipotesi di un imminente addio di Jorge Lorenzo al termine di questa stagione. Per quanto concerne il tema del “muro”, ovvero della non condivisione dei dati tra il box di Valentino Rossi e quello di Jorge, Massimo Meregalli ha chiarito: “Durante questo weekend ho ricevuto diverse domande sul “muro” tra i due piloti. Come abbiamo già detto diverse volte, non muteremo il nostro modo di lavorare e non intendiamo farlo in questo momento. Il muro non ci sarà, anzi c’è nel box perchè è muratura non è nostro”, ha detto ironicamente il team director.

Ma per adesso non è il momento di parlare del futuro, meglio pensare a domani, anche se in molti sono pronti a scommettere di un suo passaggio alla Ducati o alla Honda: “Si chiariranno, non vogliamo rivangare queste cose. Sicuramente sarà una cosa confidenziale, domani Jarvis parlerà separatamente con i due piloti, poi ci sarà un confronto diretto con tra lui ed i due piloti assieme… Domenica sera ci toglieremo un bel peso, che vinca il migliore, poi prepareremo il lavoro del prossimo anno – ha concluso Meregalli -. Se rifaremmo tutto? Personalmente no, ma non dico cosa cambierei”.