Giovanni Malagò: “Sto con Rossi. Marquez faccia il professionista a Valencia”

Giovanni Malagò
Giovanni Malagò (Getty Images)

Giovanni Malagò, presidente del CONI, aveva già avuto modo di schierarsi dalla parte di Valentino Rossi dopo quanto successo con Marc Marquez nel corso del Gran Premio di Sepang. Pur riconoscendo la reazione sbagliata del pilota Yamaha, ha anche affermato che essa è stata provocata da un comportamento sbagliato del collega spagnolo.

Il microfoni di Sky Sport 24 è tornato a parlare di questo tema commentando la decisione del Dottore di ricorrere al TAS di Losanna per vedersi cancellata la sanzione che lo costringerà a partire ultimo a Valencia, gara finale del campionato MotoGP 2015: «Quando ci sono i ricorsi si tratta sempre di questioni molto tecniche. Se ha pensato di farlo avrà avuto i suoi motivi, la mia opinione ormai la sapete. Rossi ha commesso un errore, ma non ha sbagliato solo lui, c’erano delle corresponsabilità – ha detto Giovanni Malagò – ho sostenuto di essere con Vale, che è stato esasperato. Non so se sia stata giusta la sanzione che gli ha comminato la Direzione di gara, ci sono dei regolamenti sui quali non voglio intervenire».

Se su Valentino Rossi le idee ce le ha abbastanza chiare, pur non esponendosi sulla sanzione, stesso discorso anche per quanto concerne la condotta che Marc Marquez dovrà tenere a Valencia: «Da presidente del Coni mi aspetto che a Valencia si comporti da professionista, è ovvio: Marquez deve fare una gara esemplare e dare il massimo a prescindere da chi si troverà accanto». Il campione della Honda, se all’italiano dovesse essere confermata la penalità, non avrà grande interesse nel mettersi a battagliare con lui visto che il recupero dalle retrovie sarà un’impresa biblica.