MotoGP, Bradley Smith: “Il comportamento di Valentino è inaccettabile”

Bradley Smith
Bradley Smith (getty images)

Quasi tutti i piloti della MotoGP hanno voluto esprimere il loro punto di vista dopo i fatti di Sepang, dove Valentino Rossi e Marc Marquez si sono resi autori di un comportamento ai limiti (o forse oltre…) del regolamento. Difficile schierarsi apertamente con l’uno o con l’altro, dal momento che entrambi hanno forse peccato di orgoglio, ma Bradley Smith sembra essere pienamente d’accordo con la decisione della Direzione di Gara e ritiene scorretto il comportamento del pilota Yamaha.

“Sono d’accordo con la decisione della Direzione Gara d’accordo”, ha detto il pilota britannico del team Yamaha Monster Tech3 a Cycle News. “Ho visto l’incidente e sono rimasto esterefatto. Questo è qualcosa che non dovrebbe essere consentito nella classe MotoGP. Questo è stato un caso ordinario, quando si spinge un altro pilota a terra. Sono d’accordo con la decisione della Direzione Gara”, ha concluso Smith.

Adesso l’ultima parola spetta al Tas di Losanna, dove Valentino Rossi e il suo staff legale hanno presentato ricorso contro la penalizzazione inflittagli a Sepang. Entro venerdì 6 novembre, giorno delle prime prove libere, forse avremo il responso finale e si metterà fine a una delle polemiche più lunghe e aspre nella storia del Motociclismo.