MotoGP, Andrea Iannone: “Vorrei dare una mano a Valentino”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

La disputa verbale e fisica tra Valentino Rossi e Marc Marquez nel GP di Sepang continua a tenere banco, probabilmente fino a quando non finirà questo scintillante Motomondiale con l’ultima gara di Valencia. A patto che il nome del vincitore metta tutti d’accordo (ipotesi difficile…). A parlare stavolta è stato Andrea Iannone, ospite del programma di Rai 3 ‘Che fuori tempo che fa‘, diretto da Fabio Fazio, tifosissimo a priori del Dottore…

Il pilota abruzzese della Ducati ufficiale ha esposto la sua versione dei fatti in maniera alquanto imparziale e obiettiva: “La gara di Sepang è stata una delle più brutte gare degli ultimi anni. Qualcosa si era capito già in Australia, perchè io, Marc, Jorge e Vale stavamo lottando per la vittoria e non è stato così facile lottare con Marquez perchè ogni volta era sempre pronto a battagliare anche se Jorge stava andando via… e questa non è una cosa che accade sempre”.

“Non sta a me giudicare la condotta di gara di Marquez… è molto facile dire che ha corso per far perdere Valentino, ma è difficile dirlo perchè io non ero sulla Honda e non ero in Marquez”, ha aggiunto Andrea Iannone che però ammette alcune differenze anomale di prestazione tra il warm-up e la gara. “Non posso sapere che ritmo lui poteva avere, quanto stava spingendo e quanto no”.

Ma come si comporterà il rider di Vasto nella prossima gara di Valencia? “Vorrei dare una mano a Vale (pioggia di applausi da parte del pubblico in studio, ndr)… Spero che riesca a non partire ultimo, spero che riesca a condurre un week-end di gara normale – ha concluso il rider della casa di Borgo Panigale -, perchè ha avuto una stagione incredibile e si merita di poter lottare fino alla fine”. E magari da Losanna arriverà una buona notizia