Kawasaki Spirit Charger, concept con motore sovralimentato ma attento ai consumi

photo Twitter
photo Twitter

Al 44° Salone dell’auto di Tokyo il presidente della divisione “Motorcycle and Engineering” della casa motociclistica Kawasaki, Kenji Tomida, ha confermato la fiducia ai motori sovralimentati per il prossimo futuro motoristico, riconfermando anche la produzione per il 2016 della H2 e in edizione limitata della H2R con oltre 300 cavalli.

Per le Ninja H2, il presidente Tomida ha svelato che le nuove edizioni saranno caratterizzate con una nuova colorazione,  frizione assistita e anti-saltellamento e nuova programmazione della centralina motore. Ha svelato anche uno sketch di un concept, per un futuro modello sovralimentato, che rispecchia il progetto “Supercharger” della Kawasaki, il Concept SC 01 o come lo hanno battezzato in casa Kawasaki, “Spirit Charger”.

Lo Spirit Charger è solo uno dei progetti che i designer Kawasaki stanno creando per la futura linea di moto con motorizzazioni Turbo. A differenza delle forme spigolose della Ninja H2 e Ninja H2R, lo “Spirit Charger” sarà votata più per il divertimento nell’uso stradale e al comfort.

Per questo al Tokyo Motor Show è stata presentata concretamente la nuova motorizzazione denominata “Balanced Supercharged Engine”, concettualmente progettata proprio per mantenere l’emozione della sovralimentazione ma con consumi contenuti. Tutto questo sarà reso possibile utilizzando “flap”, controllati elettronicamente all’ingresso del supercharger, che gestiscono il volume in ingresso ed in uscita dell’aria per aumentare l’efficienza.