Marc Marquez è gay? L’indiscrezione di Dagospia

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

 

Giovane, allegro, educato e dai modi delicati. In più ha un rapporto simbiotico con la madre e – per sua stessa ammissione – preferisce la compagnia delle due ruote e degli amici (uomini) a quella del gentil sesso. Tanto basta – secondo quanto scrive Alberto Dandolo sul cliccatissimo Dagospia – per dar credito alle voci sulla presunta omossessualità di Marc Marquez.

 

Il sospetto del “vizietto”

Sulla sfera affettiva di quello che da una settimana a questa parte è il pilota più odiato in Italia pesa, da sempre, un fitto mistero. “Nell’ambiente machista del motociclismo – scrive Dandalo sul sito di Roberto D’Agostino – sono tante le voci che vorrebbero il bel Marc assai insensibile al fascino della gnocca. Un noto professionista spagnolo del settore ci ha raccontato di quanto i piloti approfittino dell’abbondanza di ‘pelo’ femminile che circola attorno al loro mondo. Ma del giovane e ‘leggiadro’ Marc ci dice che è quasi infastidito dalle numerose avances di cui è oggetto e alle donne da copertina preferisce la compagnia della sua amata mamma”.

El Cabroncito è corteggiatissimo, è desiderato, ha un esercito di pretendenti… Ma lui niente: “Nessuno si ricorda o ha mai conosciuto una ragazza di Marc Marquez. Lui stesso – ricorda ancora Alberto Dandolo – qualche tempo fa arrossendo ad un giornalista dichiarava: ‘Ragazze? Vorrei restare con le moto perché mi piace tutto di loro e non hanno mai di che lamentarsi!'”.

Proprio sua madre, la signora Roser Alentà, ha infatti dichiarato fiera: “Marc è un mammone e da quando ha compiuto 11 anni ogni giorno gli preparo un litro e mezzo di frullato con pere, mele e arance”. A quanto pare, il pilota la chiamerebbe almeno un paio di volte quando è costretto ad allontanarsi da casa per gli impegni in pista, e la consideri la sua più fidata consigliera.

Dagospia parla poi di una “bombastica parrucchiera di una nota trasmissione sportiva spagnola che si è vista rifiutare dal campione la sua esplicita richiesta di ‘copula’ e si racconta che il procuratore del pilota qualche tempo fa, preoccupato dell’immagine poco virile del suo ‘assistito’, abbia tentato di fidanzarlo a mezzo stampa con una tronista argentina di nome Samira Jalil che all’ultimo momento rifiutò di prendere parte alla messa in scena per bieche questioni di cachet. In Spagna come in Italia nell’ambiente non si dice che Marc sia gay ma che sia di ‘bosco e di riviera’ e che ami ‘navigare’ sia ‘a vela che a motore’…”.

Ma la “bomba” arriva in chiusura: “Sappiamo che ama uscire con i suoi amici (rigorosamente maschi) – conclude Dagospia – , che nella sua comitiva storica ci sono due ragazzi gay dichiarati e che più di qualche volta pare sia stato avvistato uscire da un noto locale ‘gay friendly’ (di proprietà del ristoratore catalano Ramon Morales) nel quartiere radical chic e frocione del Born (in prossimità del Museo Picasso) a Barcellona”. Urgono conferme o smentite dal diretto interessato…