MotoGP, Andrea Iannone: “Vale, non ti arrendere. Ma non ostacolerò Lorenzo”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (Getty Images)

Sono tanti i tifosi italiani e non che si aspettano un Andrea Iannone protagonista nell’ultimo gran premio del campionato MotoGP 2015 che ci correrà a Valencia la settimana prossima. Soprattutto i sostenitori di Valentino Rossi lo sperano, nell’ottica di veder concretizzarsi qualche vantaggio per il proprio beniamino, che sarà costretto a partire dall’ultima casella della griglia dopo la penalizzazione inflitta per l’incidente con Marc Marquez a Sepang. Se il pilota Ducati riuscisse a stare davanti a Jorge Lorenzo, rivale del Dottore per il titolo, sarebbe già una gran cosa seppur non sufficiente.

 

Andrea Iannone non vuole favorire Valentino Rossi

L’abruzzese ha rilasciato un’intervista al quotidiano La Stampa e gli è stato domandato se aiuterà Valentino Rossi a Valencia, in virtù anche del fatto che molti hanno pensato ciò dopo che ha pubblicato su Facebook una foto di loro due insieme: «In tanti sul social network mi hanno chiesto di ostacolare Lorenzo, ma io non ci penso nemmeno. Non volevo alludere a nulla con quella foto, in Spagna penserò solo alla mia gara. Sono un pilota leale e corretto, correre contro Jorge o Marquez sarebbe una caduta di stile».

Andrea Iannone, però, riconosce che Marc Marquez a Phillip Island (Australia) ha favorito Jorge Lorenzo con la sua condotta di gara e spiega anche il perché ciò è evidente: «Ha giocato con noi, Marc era il più veloce di tutti ma io e Rossi in Australia eravamo più rapidi di Lorenzo. Quando Marquez era davanti i tempi salivano, mentre all’ultimo giro ha fatto il miglior crono della gara. È strano».

E anche a Sepang il comportamento dello spagnolo della Honda non ha convinto il ducatista: «Nel warm up aveva fatto registrare tempi incredibili, era il più forte con Pedrosa e più veloce sia di Rossi sia di Lorenzo. Sulla carta poteva vincere. Invece lui e Valentino continuavano a sorpassarsi come fossero all’ultimo giro, ma erano solo all’inizio della gara. Non è qualcosa di consueto, faccio fatica a capire il comportamento che ha tenuto».

Per quanto riguarda le chance di Valentino Rossi di vincere il titolo MotoGP, Andrea Iannone si è così espresso: «Non c’è niente di impossibile nella vita. Vorrei dirgli che nulla è ancora perduto. Da grande campione qual è saprà come affrontare la situazione. Gli auguro di giocarsela con Lorenzo fino alla fine».