F1, Valtteri Bottas: “Stagione sfortunata. Williams team da titolo mondiale”

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas (Getty Images)

Valtteri Bottas è uno dei talenti più interessanti della Formula1 e non a caso veniva indicato come uno dei possibili sostituti di Kimi Raikkonen in Ferrari. Ma i vertici della scuderia di Maranello hanno deciso di rinnovare il contratto al loro pilota, dunque lui rimarrà in Williams anche nel 2016 nella speranza di poter lottare con costanza per il podio, cosa non avvenuta quest’anno. Il finlandese, infatti, nel 2015 ha visto il podio solo una volta nel GP di Montral in Canada. Nella passata stagione erano stati ben sei invece. In classifica è quinto con 111 punti, con 2 punti di vantaggio sul compagno Felipe Massa e 12 di distanza dal connazionale ferrarista.

 

Valtteri Bottas

Il driver della Williams ha rilasciato un’intervista a Crash.net nella quale ha affrontato diversi temi, a partire da questa annata che per lui è stata certamente sotto le aspettative dopo quanto fatto in quella passato: “Non è stata grandiosa per me, lo devo ammettere. E’ una stagione molto sfortunata rispetto a quella passata. Nelle gare ci sono state un sacco di cose nelle quale non potevo intervenire: pit-stop, gomme sbagliate, problemi ai freni eccetera. A volte anche io in qualifica non ho tirato fuori il 100% dalla macchina e ciò ha influito sulle partenze dei GP. Non una stagione perfetta, ma abbiamo ancora tre opportunità. Sono contento dell’ultima gara, perché ho guidato al mio livello e ottenuto il massimo dalla macchina”.

Il suo obiettivo adesso è quello di risalire al quarto posto della classifica piloti, confermando così il risultato conquistato nel 2014. Ma dovrà superare Kimi Raikkonen, del quale avrebbe potuto prendere il posto in Ferrari, come accennavamo prima. A Valtteri Bottas è stato chiesto se vede possibile vincere un titolo con la scuderia di Grove in futuro, considerando che si fa fornire il motore dalla Mercedes e che pertanto non riceve tutti gli aggiornamenti: “Penso che sia possibile. Il prossimo anno sarà cruciale, ma adesso è presto per parlare. Io ho sempre detto che questo team ha tutto per diventare campione del mondo, ma è difficile e lo sanno tutti. Ho fiducia, ma vedremo l’anno prossimo quale sarà la situazione.”.

Per quanto riguarda il suo futuro, dopo le voci sulla Ferrari, non si sbilancia anche se il suo nome è stato accostato pure alla Mercedes dato che Toto Wolff è uno dei suoi manager: “Non lo so, lo scopriremo più avanti. E’ presto per fare speculazioni su questo. Ogni stagione in F1 è importante, ma la prossima sarà molto importante e dovrò fare bene”.