MotoGP, la mamma di Valentino Rossi: “Sono disperata”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Da domenica scorsa negli ambienti del motociclismo sportivo non si parla praticamente d’altro: l’incidente che ha visto coinvolti Valentino Rossi e il rivale della Honda Marc Marquez, le ragioni dei faovrevoli e quelle dei contrari alla sanzione comminata al leader del campionato dalla direzione di gara, il dubbio che – dopo le garazioni del post-gara in Malesia, il Dottore non si presenti in oista per l’ultimo Gran Premio di Valencia.

A mettere a tacere tutte queste voci (più o meno fondate) ci ha pensato un personaggio molto vicino al Campione di Tavullia, solitamente piuttosto defilato, ma ora – le circostanze lo richiedevano – uscito allo scoperto per mettere qualche puntino sulle “i”: sua mamma.

 

Il Dottore nella bufera

Interpellata dal Resto del Carlino, la signora Stefania rassicura fan e tifosi del campionissimo della Yamaha riguardo alle sue scelte per il gran finale del campionato 2015: “Non ho mai immaginato che potrebbe non andare a Valencia – dichiara – e non lo credo: le corse sono la cosa in cui crede e che lo fanno felice, sono il suo mondo da sempre”.

Questi giorni non sono però stati facili, e il “trauma” sarà difficile da superare: “Sono disperata, dire addolorata è troppo poco”, confessa. Tutto è cambiato dopo la gara di due giorni fa, con la bufera che si è abbattuta su Valentino per il “calcio” con cui avrebbe fatto cadere l’avversario spagnolo. “Non pensavo ad una lotta così acerrima, non me l’aspettavo – ammette la signora Stefania – . Cosa avrei voluto dirgli in quei momenti? Che non sono convinta che la cosa più importante della sua vita stesse tutta lì, la vita ha tante sfaccettature, Valentino ha raggiunto tutto, l’importante sono le belle gare”.

E a chi gli domanda come vorrebbe che finisse tutta questa storia, la mamma di Valentino Rossi risponde: “Mi piacerebbe che tutti corressero come sanno fare. Ogni pilota ha la sua peculiarità, ognuno guida in un modo diverso e bello, quello devono fare”. Per dirla con una massima: “Chi agisce con schiettezza cammina sicuro, chi segue vie storte è presto scoperto”. Marc Marquez è avvisato…