F1, Sebastian Vettel: “Schumacher è il mio eroe, non penso a eguagliarlo”

Michael Schumacher Sebastian Vettel
Michael Schumacher e Sebastian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel nel 2015 ha coronato il sogno che aveva fin da piccolo, ovvero quello di correre con la Ferrari. Ha ottenuto tre vittorie e occupa il secondo posto nella classifica piloti, ormai vinta da Lewis Hamilton, ma non si accontenta e per il 2016 intende lottare per il titolo mondiale. Di campionati ne ha già vinti quattro consecutivamente dal 2010 al 2014 al volante della Red Bull sconfiggendo proprio la rossa di Maranello guidata da Fernando Alonso.

Trionfare con la Ferrari per lui avrebbe un significato speciale, perché riuscirebbe a fare qualcosa che in passato è riuscito anche al suo idolo Michael Schumacher. Sebastian Vettel, però, non ha l’ambizione di raggiungerlo a quota 7 titoli iridati e ha spiegato anche il motivo: “Eguagliarlo non fa parte dei miei pensieri – si legge su Speedweek – . Penso che sia perché ho un enorme rispetto per quello che ha conquistato Michael. Lui è il mio eroe d’infanzia e per molti versi lo è ancora. Lo rispetto anche maggiormente da quando sono in Ferrari e mi rendo ancora di più conto di cosa ha fatto con questa squadra visti  i successi che ha ottenuto. Non intendo arrivargli vicino. Adesso sono molto felice nella posizione in cui mi trovo e, naturalmente, il mio obiettivo è vincere il campionato del mondo con la Ferrari. Ma non penso a eguagliare Michael“.

Molto umile Sebastian Vettel nel parlare di Michael Schumacher, autentica leggenda della Formula1 e ora in lotta per cercare di riprendere una vita dignitosa dopo il terribile incidente sulla pista di sci di Meribel nel dicembre 2013. I sono molto amici e certamente Seb corre pensando pure di rendere orgoglioso Schumi. Siamo certi che in caso di vittoria del titolo la dedica al suo eroe non mancherà, ma per questo dobbiamo attendere il 2016, sperando che tra un anno la Ferrari sarà al livello della Mercedes e che l’ex pilota sia in condizioni di salute decisamente migliori.