MotoGP, la Ducati sogna il ritorno di Casey Stoner

Casey Stoner
Casey Stoner (Getty Images)

La Ducati ha un progetto interessante che intende portare avanti per rompere il duopolio Honda-Yamaha e tornare a vincere il titolo mondiale MotoGP. L’unico ad essere riuscito a trionfare del Mondiale con la moto di Borgo Panigale è stato Casey Stoner nel 2007. Poi la rossa non ha più conquistato allori iridati pur ottenendo delle vittorie, solo con l’australiano però, e alcuni podi. Dopo il biennio negativo con Valentino Rossi, il team italiano ha affidato il rilancio all’ingegnere Gigi Dall’Igna e in questo 2015 dei buoni risultati sono arrivati con Andrea Iannone e Andrea Dovizioso. In ottica 2016, però, l’intenzione sarebbe quella di fare uno step ulteriore provando magari a entrare nella lotta per il titolo.

 

Ducati e il sogno Casey Stoner per il 2017

I due attuali piloti hanno un contratto valido fino al termine del prossimo e dovranno dimostrare di meritare di restare in quella sella, anche perché i vertici Ducati in previsione 2017 potrebbero decidere di puntare su qualcun altro. Secondo quanto scrive Speedweek, il sogno sarebbe quello di far tornare Casey Stoner. Il 30enne si era ritirato al termine della stagione 2012 perché non amava più l’ambiente della MotoGP e non si divertiva come prima. Successivamente ha fatto da tester della Honda e ha sempre smentito le voci di un ritorno nel Motomondiale. Il portale tedesco, però, scrive che dei contatti tra lui e la Ducati ci sono. La scuderia vuole un top driver per il 2017 e, considerando che Jorge Lorenzo e Marc Marquez non si muoveranno da Yamaha e Honda, sogna un clamoroso rientro dell’australiano.

Difficile che Casey Stoner possa decidere di cambiare idea e di rimettersi in gioco tra due anni, quando sarà ormai 32enne. Sembra più realistica la possibilità che invece torni in rosso solamente come test-rider visto che con la Honda i rapporti da un po’ di tempo si sono raffreddati. La casa di Tokio avrebbe potuto farlo montare nuovamente in sella quando Daniel Padrosa fu costretto a saltare tre GP, ma ha preferito non rubare la scena al campione del mondo Marc Marquez. Ormai nel team giapponese domina la corrente spagnola e anche per il futuro le cose non cambieranno.

Casery Stoner potrebbe interrompere i suoi rapporti con la Honda e fare ritorno in Ducati per aiutare lo sviluppo della moto e, chissà, magari regalare un ritorno da wild-card nel Gran Premio d’Australia che si corre a Phillips Island. La sua gara casalinga. A Borgo Panigale, però, sperano forse di riuscire a farlo tornare a tutti gli effetti come pilota ufficiale. Ma manca ancora troppo al 2017 ed è troppo presto anche per affrontare certi discorsi.