F1 GP Stati Uniti, Lewis Hamilton: “Ho realizzato un sogno, ringrazio tutti”

Lewis Hamilton Nico Rosberg
Lewis Hamilton e Nico Rosberg (Getty Imagess

Mercedes torna a festeggiare. Dopo il titolo costruttori conquistato in Russia a Sochi, arriva anche quello piloti ad Austin (Stati Uniti) con Lewis Hamilton che si laurea campione per la terza volta nella sua carriera vincendo la gara davanti al compagno Nico Rosberg e alla Ferrari di Sebastian Vettel.

Il neo-campione al termine della cerimonia sul podio ha così espresso la sua felicità: “E’ incredibile, devo ringraziare il pubblico per essere stati qui con la pioggia. Non riesco a trovare parole per esprimere ciò che provo. Non ce l’avrei fatta senza questo team che mi ha sostenuto per tre anni. Ringrazio tutti”. Poi in conferenza stampa Lewis Hamilton ha dichiarato: “Ho realizzato un sogno, sono sopraffatto. Sono qui pensando al mio primo campionato inglese quando io e mio padre tornavamo a casa cantando we are the champions. Devo tutto alla mia famiglia che si è sacrificata per me. Ho ricevuto energia positiva anche dai tifosi che mi seguono nel mondo. Il messaggio è che non bisogna mai mollare, ma credere di poter concretizzare i propri sogni. Anche oggi in gara ho avuto momenti difficili, ma non ho mai pensato di non potercela fare, anche se Rosberg andava forte e lo ha sempre fatto in questi anni”.

Nico Rosberg delusissimo sul podio ha commentato brevemente la gara e l’aver perso il titolo: “Sono molto deluso, non so cosa sia successo. Il pubblico è stato comunque fantastico per essere venuto qui numerosi per noi”. Scuro in volto anche in conferenza stampa il tedesco: “Non mi era mai capitato di perdere il controllo così durante una corsa, è stato un momento duro perché ho perso la vittoria. Hamilton in partenza era stato comunque molto duro con me, aggressivo, mi ha toccato e non è stato positivo per me”.