MotoGP, Valentino Rossi: “Lorenzo giura di essere tranquillo, voi gli credete?”

Valentino Rossi GP Sepang 2015
Valentino Rossi (getty images)

Keep calm and support Valentino Rossi. Il web è esploso dopo la prima fila conquistata nelle qualifiche del GP della Malesia, per di più davanti a Jorge Lorenzo. Quando il titolo e il vantaggio di 11 punti in classifica sembravano vacillare il Dottore riaccende le speranze dei tifosi e assesta la zampata vincente al terzo tentativo della Q2, dimostrando che la strada verso il tramonto è ancora lontana, mentre si avvicina quella del decimo trionfo iridato.

Ma l’impresa servirà domani in gara, quando non solo bisognerà essere competitivi, ma si dovrà fare attenzione a come si comportano gli avversari: “Speriamo che ognuno faccia la sua gara cercando di fare il miglior risultato per se stesso e senza pensare ad altre cose”. A cominciare dalla partenza che sarà in parte decisiva per l’esito della gara: “Penso che Pedrosa farà di tutto per vincere, Marquez non so – ha affermato Valentino Rossi -. Vedremo. Sono sicuro che Jorge proverà a sorpassare subito, nelle prime tre curve, perché lui, in quello, è molto forte”.

Ma non è tempo di polemiche adesso, bisogna pensare solo ed esclusivamente alla gara: “Meglio una gara aggressiva e nervosa, che i ‘giochetti’ dell’altra settimana in Australia. Quanto alle polemiche, basta: pensiamo solo a correre”. Ma la notte “prima degli esami” non sarà semplice… “Ora vado in albergo, mangio qualcosa e provo a dormire subito. Ma tanto lo so, che ci metterò parecchio ad addormentarmi – ha confessato Valentino Rossi come riporta ‘Repubblica’ -. Finisce sempre che cominci a pensare alla gara: la partenza, le curve, le frenate. La cosa migliore di queste vigilie è quando ti svegli: perché a me una situazione così trasmette un sacco di energia. Quando apro gli occhi al mattino mi sembra quasi di vedere meglio i colori, di essere più lucido. Però state tranquilli: perché il titolo si assegna a Valencia, tra 2 settimane”.

La tensione è palpabile, in gioco c’è il decimo titolo iridato in carriera, un’impresa epica che sta per diventare realtà: “Fortunato Lorenzo: giura di essere tranquillo, che tanto non ha nulla da perdere – ha concluso il pesarese -. Ma voi gli credete davvero?”.