MotoGP Sepang, Valentino Rossi: “Felice di aver girato alle spalle di Iannone”

Valentino Rossi Sepang
Valentino Rossi (getty images)

Nella Q2 del GP di Sepang Valentino Rossi ha strappato un vantaggio raro in questa stagione: iniziare la gara davanti al compagno di squadra e rivale per il titolo iridato Jorge Lorenzo. Per 11 millesimi di secondo il pesarese ha conquistato una preziosa prima fila, davanti al maiorchino che occuperà la quarta casella in griglia di partenza. 11 millesimi, come 11 punti di vantaggio in classifica. Una coincidenza di numeri surreale, un margine di vantaggio minimo, che lascia ancora in sospeso la sfida per il Mondiale.

 

“Sono molto contento perché la prima fila è sempre molto importante. Questa volta forse è anche un po ‘più importante perché sono stato in grado di battere Jorge all’ultimo giro con una piccola distanza, ma sono riuscito a rimanere in prima fila. Sono contento anche perché abbiamo migliorato molto la moto, l’impostazione e il ritmo non erano così male. Abbiamo ancora qualcosa su cui lavorare, per fare un po’ meglio, ma sono felice perché posso guidare bene la moto”.

Ma in gara la situazione non sarà per niente semplice e quando si lotta con le Honda, con Jorge Lorenzo e Andrea Iannone partire dalla prima o seconda fila fa poca differenza: “Terzo, quarto, quinto non cambia molto e penso che domani la gara sarà molto difficile per tutti, in generale, e anche la lotta con Jorge, perché ha un buon passo… Spero in una gara asciutta, ma dobbiamo essere pronti a tutte le condizioni”.

 

 

Nel corso della Q2 il Dottore ha potuto beneficiare di un giro alle spalle di Andrea Iannone… “Sono molto entusiasta di fare un giro dietro Iannone perché di solito è difficile. Un sacco di volte capita il contrario! E’ stato un buon giro perché sono stato in grado di scendere a ’59, che era il mio obiettivo. Ma allo stesso tempo ho capito che posso fare un po’ meglio, in particolare nella sezione tre”.