MotoGP, Marc Marquez: “Rispetto ancora Rossi, è abbastanza forte per sconfiggere Lorenzo”

Marc Marquez
Marc Marquez (Getty Images)

Le accuse di Valentino Rossi a Marc Marquez tengono ancora banco in Malesia, dove in questo week-end si disputa l’attesissimo Gran Premio di Sepang. Il favoritismo dello spagnolo nei confronti del connazionale Jorge Lorenzo nella corsa al titolo MotoGP 2015 è un fatto di cui il Dottore si sente convinto e non ha esitato ad esporre la propria tesi nella giornata di ieri. I colleghi, ovviamente, sono rimasti stupiti dalle sue affermazioni e non poteva essere diversamente. Sono stati aggiunti pepe e tensioni ad un finale di campionato già molto combattuto.

Marc Marquez aveva già avuto modo ieri di negare ogni insinuazione fatta nei suoi confronti, ma anche oggi ha voluto ribadire la sua totale estraneità rispetto a quanto asserito dal pilota Yamaha: “Sono ancora sorpreso – riporta crash.net -. Rispetto Valentino e lo rispetterò sempre. Capisco la sua situazione, sta lottando per il titolo ed è molto vicino ad ottenere il decimo della sua carriera, ma sa che Jorge è molto forte. Ieri ha messo pressione a me, ma deve battere Lorenzo in pista. Non voglio entrare in questa lotta, ma solo fare la mia gara per vincere per me e la mia squadra come a Phillip Island”.

Il fenomeno di Cervera promette battaglia e vuole essere tra i protagonisti sia in Malesia che nell’atto finale in Spagna: “Proverò a vincere sia qui che a Valencia. Se non ce la farò, cercherò di arrivare secondo o terzo. Darò il 100%. Sia io che Pedrosa e Iannone potremmo ritrovarci in mezzo a loro, ciò potrà essere un bene per Rossi o per Lorenzo. Ciascuno fa la propria gara”.

Marc Marquez ribadisce di non essere arrabbiato con Valentino Rossi: “Non ho perso rispetto nei suoi confronti. Lo capisco, sente la pressione. Forse è una sua strategia questa, non lo so. E’ in testa al Mondiale e sa che se finisce davanti o appena dietro a Jorge vince il titolo. Non deve preoccuparsi, è abbastanza forte per battere Lorenzo in pista”. Il pilota italiano ha replicato al rivale affermando: “Ho detto tutto ieri, non ho altro da aggiungere”.