MotoGP Sepang, Jorge Lorenzo: “Nessuna pressione, non ho niente da perdere”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

In Malesia Jorge Lorenzo e Valentino Rossi si giocano il tutto per tutto in chiave iridata, con 11 punti di differenza in classifica che possono sembrare un’infinità o un nulla, a seconda dei punti di vista, delle occasioni, dei piazzamenti degli altri piloti. Fino a quando non si scenderà in pista sul circuito di Sepang, dove sarà la pista a fare da giudice e ad assegnare quantomeno una metà del titolo mondiale.

Dopo la gara spettacolare di Phillip Island i due alfieri della Yamaha torneranno a darsi battaglia su un tracciato ben noto, forse fino alla nausea, dato che qui si sono tenuti due sessioni di test prestagionali. Ma le condizioni climatiche erano diverse, quindi bisognerà ricominciare daccapo per trovare il giusto set-up.

“Nessuna pressione. No, non abbiamo nessuna pressione – ha dichiarato Jorge Lorenzo -. A Misano ho fatto un grosso errore e il campionato era quasi perso. Nell’ultima gara ho lasciato un sacco di punti indietro. In Australia ho perso un’occasione, poichè non ho vinto la gara. Ma va bene, perché abbiamo perso solo quattro punti”.

Nulla da recriminare in caso di sconfitta, o forse il pilota spagnolo è scaramantico… “Quest’anno siamo stati sempre dietro, ora abbiamo ancora la possibilità di vincere il campionato, quindi dovremo fare del nostro meglio, senza paura. Non abbiamo nulla da perdere”. Qui in Malesia Jorge non ha mai vinto in classe regina e la sua ultima vittoria risale al 2006, ai tempi dell’Aprilia nella classe 250. L’anno scorso ha chiuso al terzo posto alle spalle di Marquez e Rossi: “Nelle due settimane prima della gara, non mi ero allenato a sufficienza. Non sono venuto ben preparato in pista. Quest’anno, però, sono sempre stato in ottima forma fisica e mi sono preparato molto bene per questa gara”.