MotoGP, Jorge Lorenzo: “Valentino ed io come Prost e Senna”

Jorge Lorenzo e Valentio Rossi
Jorge Lorenzo e Valentio Rossi (getty images)

L’accusa venata di ironia lanciata da Valentino Rossi ha rinfocolato l’atmosfera in vista del Gran Premio della Malesia. Il pesarese ha chiesto massimo fair play a tutti i piloti che si trovano a non dover lottare per il titolo iridato, in particolar modo a Marc Marquez, reo a suo dire di aver agevolato Jorge Lorenzo a Phillip Island.

Una dichiarazione che lascia attoniti se si pensa che il campione della Honda ha vinto la gara, ma forse in pochi avranno notato che nei giri finali Marquez ha rallentato il ritmo (seppur involontariamente…) consentendo al maiorchino di guadagnare un margine di vantaggio molto prezioso ai danni di Valentino.

Ironia chiama ironia, la stessa ‘arma’ utilizzata da Jorge Lorenzo per ribattere al campione di Tavullia: “Marc in Australia mi ha aiutato? Eccome, si è visto nell’ultimo giro…”. Una semplice frase che il pilota spagnolo della Yamaha ha preferito non approfondire. “In Australia è stata una gara incredibile, bellissima da vedere, con i migliori quattro piloti che lottavano per la vittoria fino all’ultimo, con tanta suspense fino all’ultima curva, l’ho vista due volte, un bello spettacolo, soprattutto in alcuni punti”.

Adesso bisogna pensare alla prossima gara del week-end dove è in palio una bella fetta di Mondiale prima dell’ultima gara a Valencia: “Lottare io e Vale per il Mondiale a Valencia sarebbe una cosa storica, un po’ come i duelli della F1 tra Prost e Senna. Sono orgoglioso di poter lottare con Vale fino alla fine, abbiamo fatto un campionato molto buono, lui più regolare del mio, io con più velocità, ma i punti sono simili, ma per arrivare in lotta a Valencia significa che devo finire qui davanti a Valentino”.

Vietato sbagliare, soprattutto in caso di pioggia, perchè se Valentino finisce davanti il titolo può dirsi sfumato: “In Australia ho perso la possibilità di essere padrone di me stesso, ma siamo cresciuti, stiamo facendo del nostro meglio e vediamo che cosa succede. La concentrazione è il mio punto forte e se comincio bene è più facile avere un passo costante – ha aggiunto Jorge Lorenzo -. Questa non è forse una delle mie piste preferite, ma nemmeno delle peggiori: sono allenato, in ottime condizioni fisiche e pronto”.