Ferrari 290 MM: all’asta la Ferrari di Fangio, il prezzo è da record

photo dal web
photo dal web

Conosciamo tutti Juan Manuel Fangio, grande campione e pilota Ferrari, che guidò alla Mille Miglia del 1956 la Ferrari 290 MM. E proprio quella vettura con numero di telaio 0626 potrebbe ricevere la consacrazione dell’auto più care del mondo, andando all’asta organizzata da Sotheby’s a Londra il 10 dicembre prossimo e con una base d’asta di 28 milioni di dollari (24,7 milioni di euro).

La Ferrari 290 MM è considerata una sorta di Santo Graal da amatori e collezionisti, perché il cinque volte iridato di F.1, Juan Manuel Fangio, chiuse quell’edizione al quarto posto e successivamente si alternarono al volante della 290 MM, Phil Hill, Wolfgang von Trip e il trio formato da Eugenio Castellotti, Luigi Musso e Masten Gregory, che vinsero nel 1957 la 1.000 Chilometri di Buenos Aires; inoltre ha gareggiato fino al 1964 per poi divenire parte integrante della collezione di Pierre Bardinon.
Alla stessa asta saranno battute altre 30 auto e souvenir, tra cui un’altra Ferrari: una 500 Mondial, telaio 0564MD/0424MD, di colore blu, del 1955, con un valore stimato tra i 5 e i 7 milioni di dollari (4,4 -6 milioni di euro).