F1 Austin: Ferrari userà il 5° motore, penalità di 10 posizioni in griglia

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (getty images)

Il Mondiale 2015 di Formula 1 si avvia quasi alla noiosa conclusione, in attesa che la Mercedes di Lewis Hamilton raggiunga la certezza matematica del titolo iridato. La Scuderia Ferrari, dal canto suo, cercherà di togliersi qualche altro sfizio nelle prossime quattro gare, a cominciare dal Gran Premio di Austin del prossimo week-end, anche se le aspettative maggiori sono focalizzate sul 2016.

Negli States la monoposto di Maranello scenderà in pista con il quinto motore a combustione interna, quindi dovrà pagare una penalità di dieci posizioni in griglia. “La strategia è cercare di avere sempre il motore più prestazionale in ogni evento della stagione. I ragazzi del reparto motori hanno fatto un lavoro stupendo quest’anno, e anche la decisione che abbiamo preso per questo GP ad Austin va vista in modo positivo – ha dichiarato Sebastian Vettel sul sito Ferrari.com -, perché significa che ci impegniamo sempre per avere il massimo della prestazione: una strategia che finora ha funzionato molto bene”.

Dover pagare il tributo sulla griglia di partenza è sicuramente una brutta notizia, “ma se si guarda al quadro generale, il vantaggio di avere una power unit nuova è evidente. E in generale, se guardo alla stagione, la giudico fenomenale. La sfida che dovevamo affrontare era enorme, con tante persone in nuovi ruoli, e io stesso nuovo nel team. C’è voluto un grande sforzo per mettere tutto assieme – ha concluso Sebastian Vettel – e finora questa è stata una grande annata”.

 

Kimi Raikkonen, battibecco con Valtteri Bottas

La scelta del quinto motore trova concorde anche Kimi Raikkonen, sebbene sia difficile dover accettare la penalità: “Di sicuro montare il quinto motore V6 comporterà una penalità, il che non rappresenta una situazione ideale. Ma se non avessimo attuato quel programma non avremmo potuto fare tutti questi progressi. Noi continuiamo a fare il nostro lavoro e ad andare avanti per arrivare dove vogliamo essere alla fine della prossima stagione – ha precisato il pilota finlandese -. Quest’anno faremo di tutto per concludere la stagione nel miglior modo possibile e poi concentreremo tutti gli sforzi in vista del prossimo campionato”.

In conferenza stampa Valtteri Bottas è ritornato sull’incidente di Sochi con Kimi Raikkonen, ma il driver della Ferrari ha commentato con il suo solito cinismo: “Inutile piangere, questo è il mondo delle corse e la vita. Non voglio replicare, quello che dico non cambierà nulla. Se avevo visto Valtteri? Certo ma era impossibile per me evitare l’impatto una volta deciso di provarci. La collisione era inevitabile”.