F1 Mercedes, Toto Wolff: “Folle non considerare Alonso per il futuro”

Toto Wolff
Toto Wolff (getty images)

La Mercedes nel 2015 ha confermato il dominio già visto nel 2014 in Formula1. Il titolo costruttori è stato già vinto con anticipo nel Gran Premio di Sochi (Russia), mentre ad Austin (Stati Uniti) nel week-end può arrivare il trionfo di Lewis Hamilton nel Mondiale piloti. Con 66 punti di vantaggio su Sebastian Vettel a quattro gare dalla fine, l’inglese può dormire sogni abbastanza tranquilli considerando anche la netta superiorità della sua monoposto rispetto alla Ferrari. Nico Rosberg è terzo a sette lunghezze dal ferrarista e vuole superarlo per completare la doppietta nella classifica.

 

Mercedes, Toto Wolff parla a 360°

Il quotidiano spagnolo Marca è andato a intervistare una delle figure più importanti della scuderia di Stoccarda, ovvero il direttore esecutivo Toto Wolff, il quale si è così espresso in merito all’imminente vittoria del titolo piloti da parte di Lewis Hamilton: “Sì, il grande trionfo è vicino… Ma non lo abbiamo ancora raggiunto. 66 punti sono tanti, ma ce ne sono ancora un centinaio in gioco. Abbiamo visto in passato rimonte in F1, quindi non mi piace per far cominciare le celebrazioni in anticipo”.

Visto il dominio schiacciante mostrato in questi due anni, la Mercedes viene già accostata a Red Bull, Ferrari, Williams e McLaren Honda che in passato hanno avuto notevoli cicli vincenti: “Sono d’accordo per quanto riguarda il numero di vittorie e podi che abbiamo raggiunto. L’anno scorso abbiamo raggiunto un record con 16 vittorie, questo è un dato di fatto. Ma si tratta solo di due anni. Red Bull ha vinto quattro campionati di fila, la Ferrari ha vinto sei costruttori consecutivi e gli anni vincenti di McLaren Honda e Williams sono stati anche più di due. Quindi dobbiamo ancora ottenere di più. Anche se io sono molto orgoglioso di quanto fatto. Lotteremo per nuovi traguardi, anche se non sarà facile”.

L’avversario più forte al momento è la Ferrari, l’unico che ad oggi sembra avere le risorse per poter attaccare la supremazia della Mercedes. Toto Wolff lo riconosce: “Sta sviluppando un programma di collaborazione molto intelligente con Haas. Essi potranno beneficiare di questa cooperazione, che è qualcosa che dobbiamo guardare per il futuro. Speriamo che la Ferrari sarà molto forte nel 2016 e già lo è nel 2015. In questo momento, come la vedo io, la Ferrari sarà, se non la squadra da battere, un concorrente molto forte”.

Per il 2016 lo Strategy Group della Formula1 ha deciso di lasciare la possibilità ai vari costruttori di sviluppare liberamente i motori, una mossa che non favorisce certo un motorista come la Mercedes che è più avanti di tutti e lascia così la possibilità ai concorrenti di recuperare il gap: “Ance se non è una decisione  a nostro favore, pure noi vogliamo essere parte di un campionato competitivo. Se i nostri avversari non ci possono raggiungere se i motori sono congelati sentiamo sulla stampa che noi non permettiamo lo scongelamento. Così abbiamo detto, va bene, lasciamo il disgelo e diamo a tutti la possibilità di sviluppare, anche per la salute della competizione”.

Infine Toto Wolff ha parlato di Fernando Alonso aprendo anche le porte ad un eventuale approdo in Mercedes, anche se Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno il sedile saldo adesso: “Mi piacerebbe vederlo competitivo, perché è uno dei migliori piloti della storia della F1. Quando abbiamo trattato il rinnovo di Hamilton non abbiamo pensato ad altri driver, ma nel caso Alonso sarebbe stato in cima alla lista. Però non siamo mai arrivati a quel punto. E’ uno dei migliori di sempre, non tenerlo in considerazione per il futuro sarebbe folle”.