MotoGP, dottor Costa: “Valentino Rossi ha dimostrato di meritare il Mondiale”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Il Gran Premio di Australia ha offerto uno spettacolo degno di lode, con una sfida al vertice fra i quattro big di questo Mondiale che si è risolta solo all’ultimo giro, con la zampata vincente di Marc Marquez ai danni di Jorge Lorenzo e quella di Andrea Iannone su Valentino Rossi.

Al di là del risultato che ha deluso i tifosi del Dottore, un simile show non si vedeva da anni nella MotoGP, tanto che il dott. Claudio Costa ringrazia ironicamente di non aver mai fumato, “perché in Australia, vedendo la gara della MotoGP, avrei fumato un treno di sigarette”.

Il fondatore della Clinica Mobile, dalla pagina del suo profilo Facebook, commenta il round di Phillip Island, dove i piloti “se le sono date di santa ragione, in un duello pieno di colpi di scena, di sorpassi da paura, di staccate oltre i limiti del pensabile… Per me i protagonisti della corsa sono stati come i quattro moschettieri del re, gli impavidi eroi da premiare, abbracciati insieme, sul gradino più alto del podio”.

A dover scendere dal podio è toccato al campione di Tavullia, per la seconda volta in questa stagione fuori dalla Top 3, ma secondo il dott. Costa ha dimostrato di meritare il titolo iridato: “Valentino Rossi, che alla vigilia sembrava in difficoltà, e questa volta, veramente, ha dimostrato che è più che mai meritevole di essere Campione del mondo”. Il migliore in pista non può che essere il vincitore della Honda: “Marc Marquez, che è tornato Magic. Questo fenomeno mandato dal cielo è un prodigio al quale un formidabile Lorenzo si è dovuto inchinare”. E Claudio Costa conclude: “I quattro moschettieri, pur non essendo uno per tutti e tutti per uno, si trasferiranno ora in Malesia, per scoprire chi sarà Sandokan, la tigre di Sepang”.