MotoGP Phillip Island, Andrea Iannone: “Il doppio sorpasso? Unico modo per salire sul podio”

Andrea Iannone e Jorge Lorenzo
Andrea Iannone e Jorge Lorenzo (getty images)

Andrea Iannone conquista il terzo podio stagionale in Australia, al termine di una gara mozzafiato dove si è reso protagonista di sorpassi spettacolari e al limite. Dopo aver soffiato la scia a Jorge Lorenzo nelle qualifiche del sabato ed essere partito dalla seconda piazza, il pilota di Vasto chiude il GP di Phillip Island sul gradino più basso del podio e ricambia il favore al maiorchino della Yamaha, piazzandosi davanti a Valentino Rossi e senza fare regali al connazionale.

“È stata una lotta dura e fantastica. Sono felice di aver combattuto alla pari con i migliori – ha detto Iannone come riportato da ‘Repubblica’ -. Questo anche grazie ad un lavoro grandioso del team. Abbiamo fatto una grande gara e non era scontato: dobbiamo continuare così. Il mio doppio sorpasso? Era l’unica possibilità che avevo per salire sul podio. A tale proposito anche se non mi sto giocando il mondiale, devo sempre dare il massimo, e poi fare il podio per noi non è così normale, quando abbiamo l’occasione di farlo non ce la dobbiamo far scappare”.

Un doppio sorpasso che fortunatamente è andato a buon fine e senza collisioni che avrebbero potuto compromettere la stagione altrui. Ma il rider abruzzese ha avuto sangue freddo e decisione per portare a casa un podio inseguito sin dal primo giorno di prove libere. “Con Lorenzo me la giocavo ma con Marc proprio no. In frenata era sempre più forte di me, alla frenate della 4 e della 10 era incredibile, non riuscivo mai guadagnare quel margine utile per non farmi risorpassare – ha aggiunto Andrea Iannone, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Sappiamo che abbiamo dei limiti ma siamo contenti della gara e soprattutto, che lavoro ha fatto la Ducati!”.

E cosa si prova ad aver tolto punti preziosi al connazionale Valentino Rossi? “In lotta non pensi a quelli che si giocano il titolo, se non ti giochi il mondiale devi pensare a fare più punti possibile, e se hai chance di podio devi prendertelo perché noi non abbiamo tante occasioni”, ha concluso il pilota del Ducati Team. Del resto la lotta per il 4° posto con Dani Pedrosa non è affatto scontata.