MotoGP, Jorge Lorenzo attacca Andrea Iannone: “Mi ha rubato la scia e il 2° posto”

Jorge Lorenzo GP Phillip Island 2015
Jorge Lorenzo (getty images)

In Giappone Valentino Rossi ha utilizzato la scia di Jorge Lorenzo in qualifica, in Australia è toccato ad Andrea Iannone trovarsi sulla scia del maiorchino che stavolta si arrabbia sul serio. La tensione è già a mille e non essere in pole position ha fatto saltare i nervi al pilota della Movistar Yamaha: “Chi non sarebbe arrabbiato? Fai il massimo per cercare un tempo molto veloce, lo fai, ma se offri anche una scia a Iannone, che qui è pure veloce, è possibile che ti superi ed è quello che è successo”.

Alla partenza Jorge dovrà vedersela con Marc Marquez e Andrea Iannone e quindi non potrà impostare la gara a modo suo, piazzandosi davanti dal primo all’ultimo giro. E stavolta la bagarre sembra assicurata… “Peccato, essere 2° è meglio di 3° e visto che lui parte bene così complica il via – ha proseguito lo spagnolo della Yamaha, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Io ho fatto il massimo con tre tentativi e sono soddisfatto pensando a Vale che è in terza fila. Vedo positivo. Conterà molto il via e come arriveremo alla prima curva. Marc ha un grande passo, ma la nostra moto è cresciuta e se facciamo uno step ulteriore nel warm up possiamo stare con lui perché la gara è lunga”.

Tra Lorenzo e Rossi c’è un gap di 18 punti e domani è in gioco una vasta fetta di Mondiale: “Sì, è una gara molto importante. Dall’esterno è molto eccitante, ma significa anche una grande pressione. Ma francamente non avverto così tanta pressione, perché mi sento forte sulla moto e ho solo voglia di correre. Farò del mio meglio. Dopo la gara sapremo di più”.

Alle ‘accuse’ di Lorenzo arriva la risposta di Andrea Iannone: “Ho sfruttato l’occasione, ma sono sempre stato veloce, e lì senza aiuti, ho un buon passo e mi sento competitivo. Quando sono partito per il mio giro Jorge era dietro, però mi ha passato nel giro di lancio e io ne ho approfittato. Mi ha spinto, devo essere sincero, mi ha dato credo 2 o 3 decimi, ma la qualifica è una lotta e ognuno tira acqua al suo mulino”.