MotoGP: Alex De Angelis può tornare a San Marino

Alex De Angelis (Getty Images)
Alex De Angelis (Getty Images)

 

La tanto attesa buona notizia dal Giappone è finalmente arrivata: i medici della clinica universitaria Dokkio di Mibu dove Alex De Angelis è attualmente ricoverato hanno sciolto la prognosi: il pilota dello Iodaracing è “fit to fly”, in condizioni di affrontare in volo, e tra 10 giorni sarà trasferito all’ospedale di San Marino. Il rider 31enne, rimasto vittima di un drammatico incidente la scorsa settimana sul circuito di Motegi durante le FP4 del GP del Giappone, ha già lasciato il reparto di rianimazione.

 

I progressi del pilota

La decisione dei sanitari nipponici deriva dal fatto che l’emorragia intracranica, sopravvenuta la notte successiva al ricovero, si sta riassorbendo e le condizioni del pilota sono stabili. Come si legge in una nota pubblicata sulla pagina Facebook di Alex De Angelis, un’ulteriore conferma dei progressi dell’atleta sanmarinese è arrivata da Michele Zasa, responsabile della clinica medica della MotoGp. Secondo il team e-motion Iodaracing ci vorrà una decina di giorni per organizzare il ritorno del pilota.

A San Marino Alex de Angelis verrà ricoverato presso l’Ospedale di Stato nel quale riceverà la necessaria assistenza medica – si precisa nella nota – . Il team e-motion Iodaracing accoglie “con gioia” le notizie positive sulle condizioni del pilota e ringrazia ancora una volta i medici dell’Ospedale Universitario Dokkyo, i responsabili dei soccorsi della pista di Motegi e il personale sanitario del circuito, la Clinica Mobile e il Dott. Michele Zasa, oltre a Dorna e Irta per l’aiuto concreto prestato in questi giorni così difficili.