MotoGP Phillip Island, Valentino Rossi: “Il ritmo gara non è male, peccato per il 9° posto”

Valentino Rossi GP Phillip Island 2015
Valentino Rossi (getty images)

Il week-end australiano non inizia al top per Valentino Rossi, ma ormai questa non è una novità per un ‘pilota della domenica’. Il pesarese ha chiuso le FP2 in nona piazza con un ritardo di sei decimi da Marc Marquez e Jorge Lorenzo, ma resta ottimista in vista della giornata di domani, quando avrà ancora il tempo per trovare l’assetto ideale e tentare una qualifica da prima fila.

“La giornata non è andata così male in termini di prestazioni. Purtroppo al mattino abbiamo avuto il cattivo tempo, ha gocciolato per la maggior parte del tempo in FP1. Abbiamo cercato di lavorare comunque e capire alcuni dei set-up, ma era difficile. In questa prima uscita non si poteva spingere al 100 per cento a causa delle condizioni”, ha spiegato il pilota di Tavullia.

“La sensazione non era così male, soprattutto il mio passo di questo pomeriggio era abbastanza buono e anche con un pneumatico usato sono stato in grado di fare alcuni buoni tempi – ha proseguito il Dottore -. Non ero abbastanza forte facendo un giro veloce con le gomme nuove, ma allo stesso tempo abbiamo provato la gomma anteriore asimmetrica che tutti hanno utilizzato e la sensazione non era così male. Dobbiamo lavorare un po ‘sulla moto, ma è ok. Aspettiamo le buone condizioni di domani e cercheremo di lavorare per migliorare in alcuni punti e cercare di essere più veloci”.

Valentino Rossi ha provato due soluzioni differenti di set-up, l’una che offre maggiore aderenza a scapito della velocità, l’altra che fa girare più velocemente la ruota posteriore a scapito del grip. “Onestamente sono abbastanza contento del risultato del venerdì. Io ero abbastanza veloce e con i pneumatici usati anche abbastanza costante. Ciò che non mi piace è la mia posizione, il nono posto… Certamente abbiamo un sacco di lavoro da fare – ha concluso il leader di classifica -, ma il ritmo gara non è poi così male”.