Castrol Nexcel: la “rivoluzione” del cambio dell’olio in 90 secondi (VIDEO)

Castrol Nexcel (foto dal Web)
Castrol Nexcel (foto dal Web)

 

Un sistema per velocizzare le operazioni di cambio dell’olio e minimizzare gli sprechi. Si chiama Nexcel ed è stato messo a punto – e sperimentato con successo su un’Aston Martin Vulcan – dagli esperti della Castrol. Ma l’azienda ha già annunciato, tramite una nota stampa, di essere in trattative con altri costruttori. Ed entro il 2020 la tecnologia potrebbe diventare di serie…

 

Come funziona

La nuova tecnica portata all’esordio dalla Castrol introduce una tecnologia utile per velocizzare e semplificare le operazioni di cambio d’olio: il lubrificante si trova ora all’interno di un contenitore facilmente amovibile, chiamato Nexcel, che sarà proposto sulle automobili di serie entro i prossimi cinque anni.

Il Castrol Nexcel incorpora sia l’olio motore che il relativo filtro, può essere sostituito in appena 90 secondi (un cambio d’olio richiede in media 20 minuti) e apre la strada a una nuova generazione di oli motore di alta qualità, tali da garantire benefici in termini di prestazioni e impatto ambientale.

 

I vantaggi

Il Castrol Nexcel risponde a una triplice esigenza: ridurre le emissioni di anidride carbonica, velocizzare le operazioni di cambio dell’olio ed azzerare le fuoriuscite “accidentali” di lubrificante. In particolare, la Castrol ritiene che l’utilizzo di Nexcel su tutte le automobili oggi circolanti consentirebbe un risparmio di olio pari all’equivalente di 200.000 autocisterne ogni anno. Il dato, apparentemente sbalorditivo, si spiega con il fatto che l’olio esausto rimane all’interno del serbatoio e può essere successivamente ri-raffinato, dando così origine a lubrificanti d’alta qualità.

Un sistema così innovativo che il numero uno della Castrol Paul Waterman lo ha definito “la più significativa novità introdotta sul tema del cambio olio da quando esistono motori a combustione”, secondo quanto riportano i colleghi di Practical Motoring.

I tecnici dell’azienda – ha spiegato lo stesso Waterman – lavorano a Nexcel da quasi tre anni. In questo periodo l’azienda ha condotto moleplici test, e il serbatoio ha funzionato correttamente persino quando il flusso di lubrificante è stato aumentato fino a 600 litri al minuto, una quantità superiore fra le 10 e le 20 volte rispetto alla misura standard.

Dalla Castrol fanno inoltre sapere che il Nexcel è stato collaudato su automobili da città e su vetture sportive, guidate nelle condizioni più estreme e sottoposte a frenate da 1.8 G (il valore è generato quando un’automobile impiega 1,6 secondi per fermarsi da 100 a 0 km/h). Insomma, le premesse per sfondare ci sono tutte…