MotoGP, Silvano Galbusera: “Valentino non lascia nulla al caso”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (getty images)

Ancora pochi giorni e si riparte, ma stavolta a Phillip Island, terzultima tappa del Motomondiale, regna un’atmosfera più tesa tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Non solo perchè la stagione giunge al termine e ancora manca il nome del vincitore, ma anche per quelle dichiarazioni sulla sfortuna da parte del maiorchino della Yamaha al termine del GP del Giappone, che hanno fatto quasi saltare i nervi al pilota di Tavullia.

In Australia c’è in gioco una bella fetta di Mondiale ed entrambi gli alfieri della casa di Iwata non hanno nessuna intenzione di lasciarsi sfuggire questa occasione. Da una parte la saggezza e l’esperienza di Valentino, dall’altra la velocità e l’irruenza di Lorenzo, daranno vita ad una sfida imperdibile per gli appassionati delle due ruote di ogni angolo del mondo.

Ma guai a parlare di fortuna o cattiva sorte, perchè i piloti trovano le stesse condizioni e ognuno le affronta con il suo bagaglio “culturale”. “Valentino in questi mesi lo vedo forse ancor più concentrato sui dettagli – ha dichiarato il suo capotecnico, Silvano Galbusera a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Domenica mattina abbiamo fatto un meeting per decidere come comportarci in ogni possibile situazione, stabilendo cosa esporre sulla tabella, analizzando ogni eventualità. Non lascia nulla al caso”.

A Motegi ha giocato d’astuzia, lasciando prendere il largo al suo compagno di squadra che sembrava sempre più lontano e imprendibile, fino a che a metà gara la pista ha iniziato ad asciugarsi e a consumare in modo irregolare le gomme da pioggia. Il Dottore le ha preservate per il finale e a cinque giri dal traguardo si è messo alle spalle Lorenzo. “In televisione vedevamo le linee più chiare dell’asfalto, ma non c’è stato bisogno di avvisarlo, ha fatto tutto lui. Sapeva che se avesse spinto troppo all’inizio, non sarebbe arrivato alla fine”, ha spiegato Galbusera.

A Phillip Island possiamo essere certi che Valentino Rossi, ancora una volta, sarà pronto ad approfittare di ogni minimo errore di Jorge, forse il più veloce in questo campionato, ma la troppa velocità porta a compiere delle imperfezioni. Quella frase sulla sfortuna non sembra averla metabolizzata e merita un chiarimento in pista. Adesso la bagarre diventerà inevitabile. Prepariamoci ad un week-end di MotoGP incandescente!