MotoGP, Jorge Lorenzo: “Posso vincere le ultime tre gare”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Stavolta a tradire Jorge Lorenzo non è la pista bagnata, ma l’asfalto semi-asciutto, perchè nella prima parte di gara ha continuato a martellare giro su giro, arrivando fino a oltre tre secondi vantaggio sugli inseguitori. Ma progressivamente le condizioni del Twin Ring di Motegi sono cambiate e la gomma anteriore della YZR-M1 del pilota maiorchino ha cominciato a rallentare la cavalcata vincente, presentandogli il contro della brutale fuga iniziale.

Prima il sorpasso di Dani Pedrosa, poi quello ancor più pesante di Valentino Rossi, che lo sprofondano a -18 dalla vetta della classifica. A tre gare dalla fine 18 punti iniziano a pesare, ma Jorge Lorenzo ha dimostrato di avere le carte in regola per vincere le prossime tre gare di fila, anche se con le Honda in piena forma l’impresa non è certamente facile.

E nel parco chiuso di Motegi non perde il suo cauto ottimismo… “Ancora una volta sono stato sfortunato con il tempo: sull’asciutto avevo il passo migliore, poi sulla pioggia andavo bene, ma ha smesso e quella spinta che avevo fatto all’inizio per andarmene l’ho pagata alla fine, soprattutto sull’anteriore – ha spiegato Jorge Lorenzo come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Nel finale dovevo entrare piano in curva e non potevo seguire il ritmo né di Pedrosa né di Rossi. Però ho solo perso 4 punti, posso puntare a vincere le ultime 3 gare e magari mi aiuta Dani, Marc o una Ducati, vediamo. Se avesse continuato a piovere avrei vinto – ha aggiunto -, mentre Valentino è stato bravo a gestire bene le gomme e Pedrosa abile in accelerazione. Un vero peccato”.

Il prossimo appuntamento è tra meno di una settimana a Phillip Island, in Australia, un circuito dove Lorenzo e Valentino si trovano a proprio agio e torneranno a darsi battaglia. Poi a distanza di giorni si volerà verso Sepang, in Malesia, prima della gara finale a Valencia. Il conto alla rovescia può già avere inizio…