MotoGP: Valentino Rossi racconta l’incidente di Alex De Angelis

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Valentino Rossi è stato il primo pilota a sopraggiungere sulla pista di Motegi subito dopo l’incidente occorso ad Alex De Angelis nella FP4 nella curva 9. Quando è passato il Dottore, il 31enne sammarinese dello Ioda Racing aveva perso conoscenza e giaceva esanime a terra, accanto alla moto irrimediabilmente distrutta.

“Un brutto momento”, così il leader della classifica del Campionato mondiale MotoGP 2015 ha commentato la scena alla quale ha assistito. Solo poco fa sul sito ufficiale della MotoGP è apparso un bollettino: una Tac spinale – si legge nella nota – ha evidenziato fratture alle vertebre T7, T8 e T9, una frattura alla vertebra lombare L4 e una frattura spinale alle vertebra T2, 4 e 8 per De Angelis.

 

Un “brutto momento”

Ora che le sue condizioni fisiche sono sotto controllo e i primi accertamenti non sembrano destare particolare preoccupazione, Valentino Rossi ha voluto esprimere la propria vicinanza e solidarietà al collega infortunato, augurandogli una pronta ripresa, anche se – agonisticamente parlando – il suo round giapponese è ormai andato…

“Credo che dobbiamo augurare buona fortuna a De Angelis, perché tutti erano molto spaventati”, ha dichiarato il 36enne di Tavullia, come riportano i colleghi di Crash.net.

“Sono passato su quel punto della pista ed è stato un brutto momento”, ha confidato Valentino. “E’ stato anche difficile mantenere la concentrazione”, ha poi aggiunto, concludendo che “la cosa più importante oggi è che lui stia bene, perché lo schianto è stato molto violento”.