Moto3, la prima pole di Romano Fenati: “Pensavo fosse uno scherzo”

Romano Fenati (Getty Images)
Romano Fenati (Getty Images)

 

E’ Romano Fenati a mettere a segno il miglior tempo nelle qualifiche del GP del Giappone sul circuito di Motegi, fermando il crono sull’1’56”484, nonostante un’uscita di pista alla Curva 5. Il 19enne pilota ascolano della Sky Racing VR46 ha conquistato così la prima pole position della sua carriera in Moto3, dopo aver ottenuto 6 vittorie e altri 8 podi nella classe cadetta.

Alle sue spalle si piazzano il portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo), secondo in qualifica anche ad Aragon dove ha poi vinto e il rookie Jorge Navarro (Estrella Galicia 0,0). Per gli altri italiani si segnala il quarto posto di Niccolò Antonelli con l’Ongetta-Rivacold, subito davanti al connazionale Enea Bastianini (Gresini Racing Team Moto3), mentre è solo undicesimo Francesco Bagnaia (MAPFRE Team Mahindra). Seguono Lorenzo Dalla Porta, 16° davanti ad Andrea Migno e Manuel Pagliani. Ancora è più sotto Stefano Manzi, 22° con il San Carlo Team Italia, Alessandro Tonucci, 32°, e Andrea Locatelli, 35°.

 

La soddisfazione per il “capolavoro”

Al box Sky Racing Team VR46 non si maschera l’entusiasmo per il “capolavoro” di Romano Fenati al suo 67° Gran Premio in carriera, che consegna anche alla squadra la prima pole in 33 gettoni di presenza nel Mondiale Moto3.

“Quando ho visto che ero in pole position, pensavo fosse uno scherzo!”, ha ammesso, sorridendo, Fenati ai microfoni di Sky. “Sono davvero contento perché ieri mattina il turno di prove libere era andato bene, ma nel pomeriggio avevamo avuto qualche problema. Ieri sera abbiamo lavorato molto, oggi la moto andava bene e sono riuscito ad esprimere tutto il mio potenziale”. “Sono felice di aver ripagato il lavoro della mia squadra con questa pole position, la mia prima pole di carriera! – ha aggiunto – . Peccato per la caduta sul finire del turno, sono entrato un po’ troppo forte, si è chiuso il davanti e sono andato per terra, però fortunatamente non ho rovinato la qualifica con questa piccola caduta, è stata una scivolata innocente”. “Volevo fare come i grandi, che cadono ma poi fanno la pole position!”, ha concluso scherzando il pilota, atteso domani ad una gara da protagonista.

“Oggi abbiamo lavorato bene e ho avuto delle buone risposte dalla moto”, ha spiegato sempre a Sky il romagnolo Andrea Migno, dopo una giornata vissuta tra alti e bassi, con tanto di scivolata (senza conseguenze) nel corso della FP3. “Purtroppo non sono riuscito a fare il mio giro perfetto – ha ammesso -, però adesso confronterò i miei dati con quelli di Romano e magari domattina gireremo anche un po’ insieme, nel warm up, così da vedere dove posso ancora migliorare. Domani sarà importante fare una buona partenza e poi dare il massimo per giocarmi tutte le mie carte”.

A rendere omaggio a Romano Fenati per un risultato mai raggiunto finora è stato infine Pablo Nieto: “Sono veramente contento perché abbiamo lavorato tutti molto bene, ieri avevamo avuto qualche difficoltà però oggi Romano ha fatto un giro incredibile, è stato perfetto”, ha scandito il team manager madrileno. “Credo che meriti questa pole position – ha ribadito – . Con la moto siamo abbastanza a posto e questo è molto importante, ma aspettiamo domani, perché la gara potrebbe essere condizionata dalla pioggia. Migno partirà a ridosso della zona punti e questo è senz’altro positivo. Anche lui ha lavorato molto bene fin qui e potrà lottare con il gruppo dei primi 10”.